Diciotti, tribunale dei ministri: «Salvini va processato». Lui: «Sui porti non mollo»

PER APPROFONDIRE: diciotti, matteo salvini, migranti
Diciotti, tribunale dei ministri: Salvini
va processato. Lui: su porti non mollo
ROMA Sequestro di persona aggravato. Dal 20 al 25 agosto Matteo Salvini «abusando dei suoi poteri» avrebbe impedito a 177 migranti di scendere dalla nave Diciotti «in condizioni psicofisiche critiche» delle quali era perfettamente informato. Il Tribunale dei ministri di Catania chiede al Senato l'autorizzazione a procedere nei confronti del titolare del Viminale, sconfessando il procuratore Carmelo Zuccaro che, trasmettendo gli atti ai colleghi, aveva invece sollecitato l'archiviazione. Salvini non perde tempo: «Ci riprovano ma io non cambio posizione, la politica dell'immigrazione non la fanno i tribunali, i giudici se ne facciano una ragione» la replica arriva con una diretta Facebook e il ministro dell'Interno e vicepremier che ha fatto della questine migranti il suo cavallo di battaglia incassa anche la solidarietà della leader dell'estrema destra francese, Marine Le Pen. «Vergogna quei giudici politicizzati che lo perseguono e vogliono impedirgli di mettere fine all'invasione migratoria». I magistrati ipotizzano il reato di sequestro di persona aggravato, anche «per esser stato commesso in danno di soggetti minorenni», le pene vanno da tre a 15 anni. Per i giudici non sarebbe quello di Salvini stato un atto politico, né basta a trasformarlo in «atto politico insindacabile tout court» il fatto di essere ispirato da «un movente politico». Per il Tribunale il titolare del Viminale avrebbe violato la legge, anzi molte leggi, che sono alla base dell'iter amministrativo mai modificato che riguarda il soccorso in mare.

LEGGI ANCHE Fazio-Salvini, lite sullo sgombero del Cara: «Disumano». «Milionario, ha perso contatto con realtà»

LINEA DURA
Salvini non nega nulla, anzi. «Lo ammetto e lo confesso - dice - e mi dichiaro colpevole di altrettanti reati per i mesi a venire. Se sono stato sequestratore una volta ritenetemi sequestratore anche nei mesi a venire. Sono pronto all'ergastolo perché ho bloccato e ribloccherò la procedura di sbarco dei migranti». Il ministro chiede che i magistrati «facciano bene e in fretta» e rivendica politicamente ogni scelta fatta. «Io non cambio di un centimetro la mia posizione - promette ai suoi followers - E chiedo agli italiani se debba continuare a fare il ministro oppure se dobbiamo demandare a questo o a quel tribunale le politiche dell'immigrazione. Le politiche dell'immigrazione le decide il governo. Rispetto i giudici e il tribunale di Catania, però arriviamo ad un chiarimento».



LA PROCEDURA
Adesso toccherà alla Giunta per le autorizzazioni a procedere del Senato riferire all'Aula entro un mese. La giunta esaminerà gli atti e proporrà di archiviare la vicenda o concedere l'autorizzazione. Il voto dovrà arrivare entro altri trenta giorni. L'eventuale proposta di chiudere il caso, perché si ritiene che Salvini abbia agito per la tutela di un interesse dello Stato costituzionalmente rilevante ovvero per il perseguimento di un preminente interesse pubblico nell'esercizio della funzione di governo, sarà insindacabile e dovrà essere votata, a maggioranza assoluta. In caso di voto favorevole gli atti tornano al Tribunale dei ministri perché continui il procedimento. Salvini rischia però di trovarsi nuovamente nella situazione che lo ha portato a finire indagato. La SeaWatch3, ormai da 6 giorni in mare con 47 migranti a bordo senza avere ancora un porto sicuro, si è avvicinata all'Italia e si trova attualmente davanti alle coste della Sicilia Orientale.

LE ACCUSE
Alla base delle accuse formulate dai giudici ci sono le testimonianze degli uomini della Guardia costiera e dei prefetti, a cominciare dal Capo di gabinetto Matteo Piantedosi, che seguirono la vicenda Diciotti. Con rettifiche sospette rispetto alle versioni fornite ai pm.

Non solo, il Tribunale si pronuncia anche sul ruolo di Malta e conclude che, sebbene le unità navali della Guardia costiera italiana abbiano salvato i migranti in acque Sar maltesi, spettava all'Italia accogliere i profughi. Perché il soccorso era gestito da Roma.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 24 Gennaio 2019, 13:12






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Diciotti, tribunale dei ministri: «Salvini va processato». Lui: «Sui porti non mollo»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 54 commenti presenti
2019-01-28 19:15:45
Promuoviamo questo TRIDENTE INNOVATIVO: VIVA l'ITALIA ONESTA, AVANTI TRIDENTE SALVINI. ABBASSO IL DEGRADO pd.
2019-01-26 00:17:52
.....primo comandamento .....riformare la giustizia.....altrimenti sara sempre cosi'....nei secoli dei secoli e cosi' sia...amen...!
2019-01-25 21:59:45
Avanti di questo passo alle prossime elezioni governative Salvini e il partito della Lega prenderanno tanti di quei voti da raggiungere la maggioranza assoluta da formare un governo senza il bisogno di fare coalizione con nessuno, salvo forse prendendo dentro il partito di Fratelli d'Italia, questo lo dicono pure gli avversari politici e se lo dicono loro e' da crederci.
2019-01-25 21:17:42
Allora io mi chiedo....se tutti questi buonisti, navi muniti, volgessero il loro sguardo verso il Messico....ci sono migliaia di persone in viaggio verso l'America, quel cattivone di Trump che fa i muri....ma allora perché non vanno li queste navi "umanitarie" e danno un passaggio dal Messico, alla California?...magari Soros non finanzia questo viaggio? Devo riflettere.....
2019-01-25 20:59:25
Non mi interessa da dove vengono, non mi interessano le loro storie, perché di storie così ne possono raccontare a milioni anche tra coloro che non partono!! È chiaro che non possiamo traslare qui tutta l'Africa. Facciano le loro guerre per un futuro migliore, lo facciano come lo abbiamo fatto noi, non vengano qui come parassiti, ma anzi! con il preciso intento di portare qui le loro medievali usanze. Stop, fine, chi è di animo così altruista faccia il percorso inverso....si imbarchi e vada ad aiutarli a casa loro!!