Luigi Di Maio pronto al ritorno? E' in corsa (con altri tre nomi) per un incarico Ue nel Golfo Persico

L'ex ministro degli Esteri non è entrato in Parlamento e il giorno dopo le elezioni ha cancellato i suoi profili social

Sabato 12 Novembre 2022
Di Maio, che fine ha fatto l'ex ministro degli Esteri? Ora punta a diventare inviato speciale europeo
4

Luigi Di Maio - L'ultimo post su Twitter ha ancora il sapore istituzionale : è un messaggio di condoglianze per la morte di Giuseppe Bono, ex amministratore delegato di Fincantieri. È l'ultimo post, è vero, dopo molto tempo che non ne scriveva. Ed è il primo della nuova vita di Di Maio dopo il suo insuccesso elettorale. Cosa farà Di Maio? Potrebbe ricoprire un ruolo di grande prestigio. L'ex ministro degli Esteri sarebbe in corsa per diventare l'inviato speciale Ue per la regione del Golfo Persico.

Di Maio non è entrato in Parlamento, il suo partito (Impegno Civico) costituito dopo la scissione dal Movimento 5 stelle e inserito nella coalizione di centrosinistra non ha raggiunto l'1% alle elezioni politiche del 25 settembre. Il giorno dopo lo spoglio elettorale, e la cocente delusione, Di Maio ha cancellato diversi profili social ed è letteralmente scomparso. In realtà ha lavorato nelle retrovie dei palchi calcati negli ultimi mesi. 

Di Maio è in lizza per diventare l'inviato speciale dell'Unione Europea per il gas. Oltre a lui aspirano a questo ruolo Dimitris Avramopoulos (ex commissario europeo), Markos Kiprianos (ex ministro degli Esteri di Cipro) e un ex ministro degli esteri slovacco. 

Nei prossimi giorni il nome di Di Maio finirà sulla scrivania dell’Alto Rappresentante per la politica estera, Josep Borrell. È lui che sceglierà a chi affidare questo ruolo e tra i suoi preferiti ci sarebbe proprio Di Maio che si occuperebbe così di un tema di capitale importanza per il Vecchio continente: le questioni di sicurezza e dell'energia. La notizia è comparsa sui quotidiani "La Repubblica" e il "Corriere della Sera". 

Luigi Di Maio, società di consulenza grazie ai contatti costruiti alla Farnesina? L'ultima ipotesi sul suo futuro

 

Cosa fa un inviato speciale?

Era stato lo stesso Borrell ad annunciare che avrebbe nominato il primo inviato speciale dell'Unione Europea per il Golfo, con l'obiettivo di rafforzare le relazioni anche nei settori dell'energia e dell'assistenza internazionale. A febbraio l'Alto Rappresentante aveva sottolineato che l'Europa è il primo investitore e il secondo partner commerciale del Golfo. Motivo per cui ha dichiarato di voler rafforzare i legami dopo un incontro con il Consiglio di cooperazione del Golfo a margine dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite.

Nominando un rappresentante speciale per la regione del Golfo, Bruxelles romperebbe con la tradizione di legare queste nomine esclusivamente a regioni dove ci sono conflitti come il Kosovo o il Corno d'Africa.

Ultimo aggiornamento: 13 Novembre, 12:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci