Cicciolina in lacrime a Montecitorio: «Senza vitalizio me ne torno in Ungheria»

PER APPROFONDIRE: cicciolina, ilona staller, m5s, vitalizi
Ilona Staller furiosa alla Camera

di Stefania Piras

É sempre una ex parlamentare della Repubblica italiana perciò i commessi di Montecitorio la guardano a distanza senza interrompere la sua telefonata in corso, molto agitata e a volume piuttosto alto. Jeans, corpetto di pizzo bianco, rossetto e unghie fucsia, chioma biondo platino e sguardo molto meno languido del solito. A due passi dal Transatlantico, Ilona Staller parla al cellulare, ed è arrabbiatissima. 

«Basta ora chiamo quel produttore e poi me ne vado! Voglio tornare in Ungheria», urla. Cicciolina deve aver realizzato che non riceverà più il vitalizio, l'assegno che percepivano gli ex parlamentari e che i Cinque Stelle hanno tagliato perchè simbolo di un privilegio inaccettabile. E quando termina la chiamata, piange. 
La sua furia non attira la minima curiosità nemmeno quando le passa davanti una piccola delegazione femminile pentastellata guidata dalla vicepresidente della Camera Maria Edera Spadoni che tira dritto e che solo con la coda dell'occhio, ma ormai già lontana, riconosce quella ex collega arrabbiatissima e famosa. 

Signora Elena, è qui per il vitalizio eh?
«Ma quale vitalizio, non era un vitalizio. Io non posso stare in Italia solo per pagare le tasse, come faccio?»
Non lavora?
«Ho provato, ho chiesto a tutti i reality show ma non mi vogliono. Mi vedi sulla Rai o su Mediaset? No, non mi vogliono. Solo perché ho fatto la pornodiva. Sono un personaggio scomodo, la pornodiva che ha fatto politica». 
L'avvocato che consiglia?
«Ma niente, lo sai com'è in Italia: la giustizia non è giusta e per queste cose ci vogliono anni, è lunga e io nel frattempo che faccio?»
Che volevano tagliare i vitalizi era risaputo e infatti lo hanno fatto
«E perché non ci fanno vedere gli stipendi che prendono loro? Io pago un sacco di tasse negli appartamenti che ho da quando facevo la pornodiva, quando lavoravo. Ma ne vado da questo paese, cosa resto qui a pagare Imu e Ici?».
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 24 Luglio 2018, 18:39






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Cicciolina in lacrime a Montecitorio: «Senza vitalizio me ne torno in Ungheria»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 40 commenti presenti
2018-07-27 12:45:49
Prego, vada pure!
2018-07-27 01:07:48
Mi sembra di capire che possiede un sacco di appartamenti ,,incominci a venderne qualcuno.
2018-07-26 23:01:09
secondo me Orban non la rivuole ahah.
2018-07-26 18:27:52
Bene...piuttosto ieri che oggi. Vada, la prego e non si volti indietro. L'italia senza la sua presenza, le asscuro che sopravviverà egualmente. E non torni più, la prego.
2018-07-26 18:23:42
Cara Cicciolina, ricordati che i negozianti in Italia per fare reddito tirano su la serranda al mattino presto per poi chiuderla a sera. Tu invece hai aperto la serranda hai fatto entrare tanti clienti e non hai mai calcolato il tuo reddito di attività e calcolato i costi d'azienda. Cara mia; accontentati di quello che passa il convento, altrimenti convertiti e fatti suora. Chiedilo a loro......