Migranti respinti in Francia, Castaner: «Parlerò con Salvini, senza cooperazione non c'è soluzione»

Domenica 21 Ottobre 2018

«Non c'è solzuione senza cooperazione». Il ministro dell'Interno francese, Christophe Castaner, ha annunciato a Le Journal du Dimanche di voler «discutere prossimamente con gli omologhi europei, compreso Salvini» della questione migranti e dei respingimenti alla frontiera tra Francia e Italia. Sulla decisione italiana di inviare agenti di polizia per bloccare i migranti rispediti dalla Francia in Italia a Claviere, Castaner ha detto: «Non ci può essere soluzione senza cooperazione. Le decisioni unilaterali non possono farci fare passi avanti».

Intanto nelle prossime ore i funzionari della direzione centrale dell'immigrazione e della polizia delle frontiere (Dipartimento della pubblica sicurezza) saranno a Claviere per verificare la situazione dopo i recenti episodi di sconfinamento. Lo si apprende da fonti del Viminale.

LEGGI ANCHE Migranti al confine Italia-Francia, Salvini: da oggi polizia presidierà. Parigi chiede un incontro tra polizie

«Oggi, nella maggior parte delle zone di frontiera, la cooperazione con la polizia italiana funziona bene»: lo ha detto il ministro dell'Interno francese, Christophe Castaner, intervistato da Le Journal du Dimanche. «Non contate su di me - ha aggiunto il ministro - per aggiungere polemica a polemica. La cosa più importante è che i nostri rispettivi responsabili della polizia si incontrino per rafforzare il coordinamento».
 

Ultimo aggiornamento: 22 Ottobre, 18:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci