Arriva il calendario multireligioso:
via i santi e feste non solo cristiane

La presentazione del calendario multireligioso della Caritas

di Silvia Fantinati

ADRIA - Nessun santo, ma tutte le ricorrenze delle varie religioni. E poi volti che celano storie, quelli delle immigrate che vivono a Rovigo, in Polesine, che qui vogliono integrarsi e sentirsi parte di una comunità vasta che abbraccia chiunque senza discriminazioni.



Nasce così il calendario della Caritas della diocesi di Adria e Rovigo, riproposto anche per il 2014 e presentato dal vescovo Lucio Soravito De Franceschi. “Roverso. Ri-conoscersi in città”, mirato a promuovere un anno di pace e di accoglienza, è appunto il calendario interetnico e interreligioso frutto del lavoro delle ragazze che frequentano i corsi di alfabetizzazione “Vivere in Italia”.



Il calendario della Caritas è rivoluzionario perché, come detto, ha tolto i santi del giorno, ma ha aggiunto festività e ricorrenze d'oltre confine: il primo mese dell'anno, per esempio, ricorda sia l'Epifania che il Natale ortodosso.



Leggi l'articolo sul Gazzettino o nell'edizione digitale cliccando qui.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 8 Dicembre 2013, 08:50






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Arriva il calendario multireligioso:
via i santi e feste non solo cristiane
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 32 commenti presenti
2013-12-08 09:32:42
Per caso non stiamo esagerando! Aprirsi verso gli altri non vuol dire rinnegare sè stessi. Mettete tutte le feste che conoscete ma perché togliere i santi?
2013-12-08 15:56:49
Fiocchi Te l\'ho già detto altre volte: la mia formazione è stata di impronta religiosa, ho studiato dai salesiani e il mio interesse storico per la religione è tutt\'ora vivissimo, ho anche una pubblicazione universitaria in un seminario da me svolto sul: \"Potere temporale dei Papi : da Innocenzo III a Bonifacio VIII, quindi lascia perdere il tuo bigottismo da parrocchia con le mie conoscenze a un livello ben più alto, senza spocchia e senza offesa. Contesto la Chiesa dal punto di vista dottrinale, ma non certo storico e politico, se continua così il Cattolicesimo sarà destinato a diventare una delle tante confessioni religiose più o meno protestanti e non la Roccia su cui Cristo ha fondato la sua Chiesa.
2013-12-08 16:32:54
enricosecondo Bonifacio VIII è un po\' lontanino dal concilio vaticano II, non crede? No, nessuna spocchia e nessuna offesa, la sua è un\'opinione più che legittima, ma non pensi affatto che io sia a digiuno sia in teologia che in filosofia che anche in storia della chiesa, argomento, quest\'ultimo che riserverebbe molte sorprese in molta gente e abbatterebbe un sacco di luoghi comuni, e le parlo non da credente ma da laico studioso di storia con fonti storiche....tutto qua. Ok, mi scusi per la mia esagerazione...faccio ammenda, quando si sbaglia è giusto ammetterlo. buona serata
2013-12-08 17:00:40
Bon capito adesso perchè mi prendo il calendario di Gabriel Garko? E pure uno per stanza ,giusto per non sbagliare giorno che sono una distratta io.
2013-12-08 18:04:07
Fiocchi Onore al pacato suo commento. Non è colpa mia se Con Bonifacio VIII finisce un papato al di sopra di re e Stati e pian piano l\'Europa si stacchi dall\'egemonia romana. Se è per questo San Pietro è ancora più lontano, ma una cosa giusta resta tale nei secoli, come pure una cosa sbagliata, gli errori e le fedi non seguono il calendario. Buon per lei essere filosofo e studioso, ho delle riserve sulla sua laicità ma me le fugherà senz\'altro in altri suoi commenti. Scuse che non servivano ma che apprezzo, l\'educazione nel prossimo ha sempre smontato la mia naturale vena polemica, che le posso assicurare non inficia mai il rispetto per le idee di ognuno di noi, quello mai.