Pusher richiedente asilo, Salvini su Twitter: «Vendeva morte, sarà espulso»

Giovedì 14 Marzo 2019
9

PORDENONE - "Grazie al Decreto sicurezza il "richiedente asilo" pakistano che vendeva morte ai ragazzini sarà ESPULSO! Grande soddisfazione nel vedere che la nostra legge si sta rivelando uno strumento efficace contro i finti rifugiati che la guerra ce la portano in casa". Lo afferma un tweet del ministro dell'Interno Matteo Salvini, in riferimento all'inchiesta di Pordenone che ha portato all'arresto di tre richiedendi asilo che gestivano il traffico di droga per i giovani pordenonesi.

Tre i richiedenti asilo fini ti in carcere: Abdul Nasir Khan, pakistano di 24 anni residente a Cordenons, finito in cella altre due volte, con permesso di soggiorno per motivi di richiesta di asilo scaduto e senza istanza di rinnovo; Muhammad Zeeshan, 23 anni, anch'egli pakistano e residente a Cordenons, richiedente asilo con il riconoscimento di protezione sussidiaria che gli sarebbe stata tolta proprio ieri; Rony Miah, 23enne originario del Bangladesh, residente a Pordenone, irregolare perché gli è stato revocato il permesso di soggiorno.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA