Sequestrata la pista dove morì Camilla, gestori indagati: omicidio colposo

Venerdì 4 Gennaio 2019
2
TORINO - La pista da sci "Imbuto" di Sauze d'Oulx (Torino), al Sestrière, dove mercoledì scorso è morta Camilla, di 9 anni, dopo una caduta e il successivo violento urto contro una barriera frangivento, è stata sequestrata dai carabinieri di Oulx e di Sestriere, su disposizione del magistrato della Procura di Torino Giovanni Caspani. Sequestrate anche, nella stessa zona, le piste "27 alta", "27 bis" e "Cresta". Il decreto di sequestro preventivo d'urgenza è stato firmato oggi, 4 gennaio, dal pm dopo aver partecipato al sopralluogo insieme ai militari.

Sulla morte della bambina, la Procura ha aperto un fascicolo per omicidio colposo e ha iscritto nel registro degli indagati quattro persone, manager e ex tecnici, della Sestrieres Spa, la società che gestisce gli impianti sciistici della Via Lattea. Gli stessi sono indagati anche nell'inchiesta sulla morte di un altro sciatore, l'ingegnere siciliano Giovanni Bonaventura, avvenuta lo scorso anno a poca distanza dal luogo dell'incidente dell'altroieri.


  Ultimo aggiornamento: 18:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci