Giovedì 30 Agosto 2018, 09:15

Famiglia sterminata: caccia aperta al sospetto killer, vive nel Trevigiano

Famiglia sterminata: caccia aperta  al sospetto killer, vive nel Trevigiano

di Marco Agrusti

SACILE (PORDENONE) - È caccia al killer che a Debar, paese macedone al confine con l'Albania, ha sterminato una famiglia residente a Sacile, in provincia di Pordenone. Le vittime sono Amit Pocesta, di 55 anni, la moglie Nazmie, 53 anni, e la figlia Anila, di appena 14 anni. Ad accorgersi dei corpi senza vita delle tre persone è stato un parente, preoccupato per non aver visto i membri della famiglia Pocesta presentarsi ad un matrimonio in programma nel fine settimana.

IL DELITTO Famiglia sterminata nel sonno: padre, ​madre e figlia uccisi a colpi di pistola - LE ALTRE DUE FIGLIE VIVE PER CASO

Amit, Nazmie e Anila sono stati freddati con dei colpi d'arma da fuoco mentre si trovavano in due camere distinte nell'abitazione di famiglia. La polizia macedone ha avviato immediatamente le indagini e secondo quanto riportano i media di Skopje sarebbero sulle tracce di un sospettato: alla base del triplice omicidio, infatti, ci sarebbero alcuni dissidi familiari legati alla proprietà di un vialetto o di un appezzamento di terra che si trova a breve distanza dall'abitazione nella quale sono stati ritrovati i tre corpi.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Famiglia sterminata: caccia aperta al sospetto killer, vive nel Trevigiano
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 6 commenti presenti
2018-08-30 09:38:47
Leggo sul quotidiano: "KILLER DI CORDIGNANO", si ma macedone pure lui!!! non date titoli sbagliati. Un italiano non va in macedonia per uccidere una famiglia intera