Alfie Evans morto alle 2.30. L'annuncio dei genitori su Facebook: «Il nostro guerriero ha messo le ali»

PER APPROFONDIRE: alfie evans
Alfie Evans morto alle 2.30. L'annuncio dei genitori su Facebook: «Il nostro guerriero ha messo le ali»
Alfie Evans è morto stanotte alle 2.30. Ad annunciarlo sono stati gli stessi genitori sul gruppo Facebook a sostegno del bambino affetto da una malattia neurologica irreversibile, Alfies Army Official. «Il nostro bambino ha messo le ali stasera alle 2:30 Abbiamo il cuore spezzato. Grazie a tutti per tutto il vostro supporto», ha scritto la mamma. Il bambino è morto cinque giorni dopo che i medici hanno staccato le macchine che lo tenevano in vita.




«Il mio gladiatore si è arreso e si è guadagnato le ali. Abbiamo il cuore spezzato. Ti voglio bene figlio mio», scrive il padre, Thomas Evans sempre sul social network.

 Poche ore prima il disperato appello della zia: «Mandategli respiri»





«Il mio gladiatore si è arreso e si è guadagnato le ali. Abbiamo il cuore spezzato. Ti voglio bene figlio mio», scrive il padre, Thomas Evans sempre sul social network.
 
 

La vicenda del bimbo britannico di 23 mesi affetto da una patologia neurodegenerativa ancora non individuata con certezza, negli ultimi giorni era stata al centro di un caso diplomatico che ha visto coinvolti l'Italia e la Città del Vaticano da una parte e la magistratura del Regno Unito dall'altra.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 28 Aprile 2018, 07:57






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Alfie Evans morto alle 2.30. L'annuncio dei genitori su Facebook: «Il nostro guerriero ha messo le ali»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 23 commenti presenti
2018-04-28 15:34:18
No,non siamo masochisti ma cafoni che cercano l'attenzione del mondo su piccole cose visto che di grandi cose non riusciamo a far notizia.Esistono migliaia di bambini in fin di vita bisognosi di cure urgenti in decine di Paesi sottosviluppati.Perchè non diamo la cittadinanza anche a quelli invitandoli in Italia?Lo sa perchè?Perchè in quel caso le notizie non sarebbero su tutti i giornali e telegiornali europei.Tutto lì.
2018-04-28 12:47:27
Sarei stato favorevole se le autorità inglesi avessero permesso il trasporto in Italia del piccolo tempo fa. Sono solidale con i genitori e gli inglesi sono europei quanto noi
2018-04-28 14:13:20
Dispiace per il bambino,ma che cavolo avrebbe potuto fare in Italia che gli italiani stessi con malattie rare e che hanno soldi vanno a farsi curare all'estero.Oppure lei pensa che avrebbero dovuto tenerlo in vita come un vegetale per il resto della sua vita?
2018-04-28 17:34:16
Di certo staccare le macchine e non idratarlo per 6 ore non è accompagnare il malato verso una morte serena.
2018-04-29 16:07:39
In effetti... Indovinello facile facile: chi uccideva la gente o soffocandola oppure lasciandola morire di sete e di fame?...