Alfie Evans morto alle 2.30. L'annuncio dei genitori su Facebook: «Il nostro guerriero ha messo le ali»

PER APPROFONDIRE: alfie evans
Alfie Evans morto alle 2.30. L'annuncio dei genitori su Facebook: «Il nostro guerriero ha messo le ali»
Alfie Evans è morto stanotte alle 2.30. Ad annunciarlo sono stati gli stessi genitori sul gruppo Facebook a sostegno del bambino affetto da una malattia neurologica irreversibile, Alfies Army Official. «Il nostro bambino ha messo le ali stasera alle 2:30 Abbiamo il cuore spezzato. Grazie a tutti per tutto il vostro supporto», ha scritto la mamma. Il bambino è morto cinque giorni dopo che i medici hanno staccato le macchine che lo tenevano in vita.




«Il mio gladiatore si è arreso e si è guadagnato le ali. Abbiamo il cuore spezzato. Ti voglio bene figlio mio», scrive il padre, Thomas Evans sempre sul social network.

 Poche ore prima il disperato appello della zia: «Mandategli respiri»





«Il mio gladiatore si è arreso e si è guadagnato le ali. Abbiamo il cuore spezzato. Ti voglio bene figlio mio», scrive il padre, Thomas Evans sempre sul social network.
 
 

La vicenda del bimbo britannico di 23 mesi affetto da una patologia neurodegenerativa ancora non individuata con certezza, negli ultimi giorni era stata al centro di un caso diplomatico che ha visto coinvolti l'Italia e la Città del Vaticano da una parte e la magistratura del Regno Unito dall'altra.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 28 Aprile 2018, 07:57






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Alfie Evans morto alle 2.30. L'annuncio dei genitori su Facebook: «Il nostro guerriero ha messo le ali»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 23 commenti presenti
2018-04-28 09:20:49
Ecco il risultato della medicina moderna . Allungare le sofferenze fino a quando i medici lo ritengano opportuno . E per quei fanatici religiosi sempre pronti ad abbeverarsi alle sofferenze degli altri ricordo Giovanni Paolo II e la sua frase sul letto di morte, "La­sciatemi andare dal Signore", : un "no" a nuove cure, un rifiuto di ulteriori intervento sul suo corpo già spossato.
2018-04-28 14:13:20
Dispiace per il bambino,ma che cavolo avrebbe potuto fare in Italia che gli italiani stessi con malattie rare e che hanno soldi vanno a farsi curare all'estero.Oppure lei pensa che avrebbero dovuto tenerlo in vita come un vegetale per il resto della sua vita?
2018-04-28 14:24:52
leggo tanti commenti,i media in italia riempiono giornali e tv. se fosse successo in italia gli inglesi se ne sarebbero strafregati. italiani masochisti, alfano che va in inghilterra,ridicolo come sempre peraltro, aviazione militare subito disponibile al trasporto ,cittadinanza italiana, ospedale di roma a disposizione per questo bambino subito. ridicoli,ridicoli.si siamo un popolo ricco, almeno lo facciamo vedere.. ma siamo gli ultimi in europa.su tutto.. siamo come ho detto altre volte l,africa del nord e ci facciamo vedere quello che non siamo. sappiamo solo farci del male,un popolo di masochisti.ricordiamoci che di bambini cosi piccoli ne muoiono migliaia al giorno e nessuno fa niente. meditate gente meditate. ringo alberoni
2018-04-29 09:09:01
Io penso che il bimbo debba riposare in pace e che i genitori del bimbo siano soggetti da bandire da ogni televisione per il resto della loro vita. Hanno resa pubblica una situazione da gestire in maniera privata. Le leggi inglesi ci sono e vanno applicate. Punto
2018-04-28 15:34:18
No,non siamo masochisti ma cafoni che cercano l'attenzione del mondo su piccole cose visto che di grandi cose non riusciamo a far notizia.Esistono migliaia di bambini in fin di vita bisognosi di cure urgenti in decine di Paesi sottosviluppati.Perchè non diamo la cittadinanza anche a quelli invitandoli in Italia?Lo sa perchè?Perchè in quel caso le notizie non sarebbero su tutti i giornali e telegiornali europei.Tutto lì.