Spunta un grande cuore azzurro
tra il verde dei boschi dolomitici

PER APPROFONDIRE: artificiale, innevamento, lago
Il lago artificiale disegnato dall'ingegnere Monica Borsatto

di Marco Di Bona

CORTINA - La società Ista sta completando la sistemazione del nuovo bacino tecnico, un invaso capace di 96mila metri cubi d'acqua, da impiegare per l'innevamento artificiale. Il nuovo lago, visto dall'alto, dalla funivia che sale a Ra Vales, è già diventato motivo di attrazione, un grande cuore azzurro, incastonato nel verde del bosco.

L'ha disegnato Monica Borsatto, con un tocco di grazia sommato alla sua professione di ingegnere; la professionista si occupa anche delle modifiche alla pista Olimpia, nella zona del rifugio Duca d'Aosta, sotto lo spettacolare Schuss di Pomedes.



Sul fronte delle infrastrutture, il progetto di un nuovo impianto di risalita, dal centro di Cortina al Col Druscié, avrà nuovo slancio con la candidatura unica ai Campionati del mondo di sci alpino 2021. Tanto più con l'assegnazione delle gare, fra un anno, nel congresso della Federazione internazionale dello sci a Cancun, in Messico.



La società Funivie Tofana ha da tempo avviato la progettazione di una cabinovia, dallo stadio Olimpico del ghiaccio, dove c'è ora la stazione a valle della funivia Freccia nel Cielo, con l'ipotesi di spostare la partenza, sulla sponda destra del torrente Boite. È prevista una stazione intermedia, alla base del Col Druscié, per recuperare gli sciatori che abbiano percorso le due storiche piste A e B o che provengano dalla skiarea Tofana e da Ra Vales. Verrebbe pertanto eliminata l'attuale seggiovia biposto di Colfiere, assai datata.

Questo progetto avrebbe una valenza ancora maggiore qualora si optasse per la disputa delle gare mondiali di slalom sulla pista A, senza realizzare il nuovo tracciato Anton Sailer, sul versante meridionale del Col Druscié. La stessa società Tofana non ha mai fatto mistero del suo scarso gradimento per la nuova pista, tutta esposta a sud, di difficile e costosa gestione.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 20 Giugno 2015, 17:04






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Spunta un grande cuore azzurro
tra il verde dei boschi dolomitici
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2015-06-23 21:38:13
in montagna si deve vivere, rinunciare a qualcosa. un compromesso e ne ho viste di peggio.ben fatto, abbiamo le piante che arrivano in casa.....vivete sulla luna?
2015-06-22 16:32:32
Un cuore azzurro... che tenerezza... E che schifo che vengano abbattute centinaia di alberi al solo scopo di fornire la neve artificiale ai soliti fighetti che devono sciare da ottobre a maggio...
2015-06-22 08:50:40
Per dio denaro, che non è un dio minore, si fanno le più grandi c.....e possibili e immaginabili. E vai!
2015-06-21 09:44:06
Bella schifezza. Si vergognino. l solito si disbosca per fini commericali. IN montagna non si può muovere foglia ma se ci si mette la ditta che ha bisogno di neve artificiale per le sciovie interviene il papa Cortina al solito si mostra per la sua pochezza
2015-06-20 20:36:57
da quel che ho capito si sta uccidendo la montagna a vantaggio dei soliti che poi al primo controllo pare che non paghino nemmeno il minimo di tasse.