Vieni da Me, Nina Moric si tocca gli occhi, Caterina Balivo la rimprovera: «Non puoi farlo»

Martedì 10 Marzo 2020 di Silvia Natella
Nina Moric a Vieni da Me si tocca gli occhi e si mostra al naturale, il rimprovero di Caterina Balivo: «Non puoi farlo»

Nina Moric a "Vieni da me" da Caterina Balivo risponde alle domande al buio del led toccando questioni delicate e facendo rivelazioni inedite. Parla di Fabrizio Corona, del rapporto con sua madre e della felicità ritrovata con suo figlio Carlos. Modella croata che a vent'anni ballava accanto a Ricky Martin, da qualche anno è accusata di aver rovinato la sua bellezza e in uno studio senza pubblico si toglie le lenti a contatto azzurre mostrando il suo vero colore. 

Leggi anche > Caterina Balivo fa un appello ai giovani: «Ci sono 18enni intubati, se andate in giro siete dei kamikaze»

«Io ho gli occhi marronie, ma non ci vedo e mi sono abituata così», spiega Nina. «Non devi toccarteli, ricordiamo che in questo momento non si possono portare le mani neanche alla bocca e al naso... E poi sei più bella così, prendi le lenti normali», dice la padrona di casa che in questo periodo di emergenza Coronavirus continua a fare servizio pubblico. «Sì, hai ragione», risponde dispiaciuta la Moric.


Non solo la bellezza al naturale, Nina parla anche dell'ex marito e di suo figlio: «Fabrizio (Corona) è il più grande amore della mia vita. Lo risposerei tornando indietro perché, nonostante sia una testa di rapa, ha un cuore. Non lo dimostra spesso. E poi mi fido di lui. Una volta facevamo le guerre. Era lui che era sempre spavaldo, voleva dimostrare di essere superiore sminuendomi. Non lo faceva con cattiveria. È un narcisista patologico che vive per il dio denaro. Ama lavorare, ma non mi ha mai ferito fisicamente». I due si sono amati molto e si sono sposati, ma Nina voleva chiedere la separazione già nel 2007: «Non appoggiavo certi suoi atteggiamenti e nel 2009 lui si è innamorato di Belen».

«Oggi - continua -  ci sentiamo tutti i giorni. Sembriamo fratello e sorella, Carlos è felicissimo. Ammetto i miei errori e se tornassi indietro non lo rifarei più. Lui mi ha sempre protetto. È una delle persone più buone d’animo che io conosca».
Poi per la prima volta racconta tutta la verità su cosa è accaduto quando le hanno tolto il figlio Carlos. Tutto inizia parlando della madre di Nina, del rapporto che oggi ha recuperato anche con lei perdonandola. I genitori erano molto severi e alzavano le mani su di lei. «Una sera del 2014 sono tornata a casa e mia madre era di cattivo umore perché Carlos faceva i capricci. Il piccolo è andato a letto e noi siamo andate in cucina a discutere. Lui ha sentito tutto e si è spaventato, ha chiamato la nonna paterna che è arrivata iniziando a urlare». Nina racconta che l’ex suocera ha detto cose che non avrebbe dovuto dire e lei ha reagito male: «Io ho fatto un atto di autolesionismo».

Disse che a quel punto preferiva morire piuttosto che perdere suo figlio e davanti a tutti fece l’errore di farsi del male. Sottolinea che non era un tentativo di suicidio, era disperazione. Il gesto le è costato molto perché è stata lontana da Carlos per quattro anni. Al telefono lui la chiamava "Signora". Oggi il ragazzo ha quasi 18 anni e le dice: «Voglio recuperare quei quattro anni perché tu sei la mamma migliore del mondo».

Ultimo aggiornamento: 23:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento