Pugile dilettante uccide a pugni la compagna 25enne incinta di 4 mesi, Argentina sotto choc

Lunedì 14 Settembre 2020
Pugile dilettante uccide a pugni la compagna 25enne incinta di 4 mesi, Argentina sotto choc

Un omicidio orribile ha scosso Buenos Aires, capitale dell'Argentina. Nelle prime ore di domenica una giovane, Micaela Sabrina Zalazar, è stata ricoverata all'ospedale Julio de Vedia in condizioni gravissime ma ancora in vita. La ventottenne al suo arrivo accusava una forte emorragia e la rottura della milza. A ridurla in quelle condizioni, secondo quanto ha accertato la polizia, il compagno, Renzo Pancera. Micaela era incinta di quattro mesi.

«Ti vedo acida, scarseggiano gli uomini?» Offese sessiste alla candidata Pd dal leghista già sospeso
 

Maria Paola Gaglione, il fratello al gip: "Non l'ho uccisa, volevo che tornasse a casa". Ma resta in carcere

"L'ho inseguita a bordo del mio scooter, ma non l'ho uccisa. Non ho provocato io l'incidente. Volevo solo chiederle di tornare a casa: aveva fatto le valigie ed era scomparsa, gettando tutta la famiglia nella disperazione", la tesi difensiva di Gaglione, fermato per omicidio preterintenzionale, durante l'udienza di convalida davanti al gip, come riferito dal suo legale.


«Ai pedofili il governo toglierà casa, auto e risparmi», ecco la proposta di legge. In tilt i server del dark web

Immediato il ricovero in terapia intensiva, ma la morte è sopraggiunta stamani. I carabinieri, di concerto con il procuratore Luis Carcagno, hanno immediatamente avviato le indagini. Pancera, di professione pugile, 25 anni, è stato subito arrestato dalla polizia di Buenos Aires. L'accusa formalizzata è precisissima: omicidio qualificato e aborto in competizione reale. Sequestrato anche il cellulare della vittima con gli inquirenti che giudicano fondamentale l'esame del contenuto dei messaggi. La dinamica sembra comunque essere chiarissima. Pancera ha picchiato ripetutamente la compagna sino a produrle le lesioni gravi che l'hanno condotta alla morte. Micaela aveva già due figli dal compagno, ma nonostante il terzo in arrivo, la relazione tra i due si era deteriorata e i litigi erano ormai frequenti. Buenos Aires e tutta l'Argentina sono sotto choc.
 

Tumore, «mi assento, vado a curarmi»: morta a Villadose la farmacista Federica

Ultimo aggiornamento: 20:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA