Erezione per 3 giorni consecutivi, paziente operato: «Aveva preso un farmaco per tori»

Martedì 14 Gennaio 2020 di Alessia Strinati
Ha preso una dose massiccia di farmaci per tori ed è finito in ospedale. Un uomo è stato ricoverato presso lo Specialist Hospital 270, nella città di Reynosa, al confine tra Stati Uniti e Messico, lamentando un'erezione di tre giorni. Da tre giorni soffriva molto e aveva forti dolori dopo aver preso un farmaco per allevare i tori, utilizzandolo come stimolante sessuale.

Leggi anche > Viagra, l'effetto collaterale: erezione di un mese, poi resta impotente dopo l'untervento dei medici

Il paziente, come riporta il Daily Mail, è stato sottoposto a un intervento urgente visto che la sua condizione avrebbe potuto causare dei danni permanenti al suo organo genitale. L'uomo, la cui identità non è nota, ha poi confessato ai medici di aver assunto il farmaco perché voleva fare bella figura con una 30enne con la quale avrebbe voluto avere una relazione.

Il farmaco, usato dagli agricoltori di quella regione per rinvigorire i tori per l'inseminazione, era stato comprato a Veracruz, e, ovviamente, usato in modo improprio e senza alcun controllo medico. L'uomo aveva percorso ben 900 chilometri per poterselo procurare, ignaro, forse, che le conseguenze sarebbero potute essere così invalidanti.  Ultimo aggiornamento: 15:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA