Covid, Gran Bretagna: 40mila infezioni al giorno. Allarme del consigliere del governo: «Sarà un inverno eccezionalmente difficile»

L'incidenza è alta: gli inglesi contagiati sono 381 per 100.000 persone

Domenica 17 Ottobre 2021
Covid, Regno Unito: 40mila infezioni al giorno. Il governo: «Sarà un inverno difficile»
3

Boom di contagi Covid in Gran Bretagna che anche ieri ha registrato oltre 40 mila casi di coronavirus per il quarto giorno consecutivo. È quanto emerge dai dati dell'Ufficio di statistica nazionale, riporta l'Independent, secondo cui i contagi sono in costante aumento dall'inizio di ottobre. Nelle ultime 24 ore le infezioni sono state 43.423, in lieve calo rispetto alle 45.066 di giovedì scorso, pari al livello più alto da luglio.

E il consigliere sanitario del governo, il professor Chris Whitty, avverte che sarà un inverno difficile per il sistema sanitario che non sta combattendo solo il Covid, ma anche l'influenza, altri virus e i soliti problemi invernali come viaggi e cadute. «Penso che l'inverno nel suo complesso, mi dispiace dirlo, sarà eccezionalmente difficile per il NHS. Cioè, indipendentemente dal fatto che abbiamo una quantità relativamente bassa ma non banale di Covid, o se abbiamo effettivamente un ulteriore aumento nell'inverno. Penso che se si chiedesse a 100 modellisti, si otterrebbero più di 100 risposte, esattamente su come andrà a finire», ha detto alla conferenza annuale del Royal College of GPs a Liverpool. 

 

Gran Bretagna, oggi 45mila contagi

Nuovo balzo oggi a 45.140 - picco da metà luglio - nei contagi da Covid nel Regno Unito, che restano oltre quota 40.000 per il quinto giorno. Stabile invece sotto il livello di guardia il totale de i ricoveri negli ospedali, fermi attorno a 7.000, mentre i morti calano a 57 contro i 145 di ieri. Il Paese, riaperto senza più restrizioni significative dal 19 luglio, mantiene in ogni modo un tasso di casi superiore anche alla Russia in Europa; ma - con l'80% della popolazione over 12 doppiamente vaccinata contro il 32% - fa segnare un nono dei decessi russi seppur con una media di poco più di 100 al giorno nell'ultima settimana.

L'andamento della pandemia

Secondo le stime dell'Ufficio di statistica, il Paese si avvicina al picco segnato durante la seconda ondata della pandemia lo scorso inverno. I dati indicano infatti il trend in crescita: nella settimana dal quattro al 10 ottobre, circa una persona su 60 in Inghilterra aveva il Covid rispetto ad una su 70 nella settimana precedente. All'inizio di ottobre i casi positivi erano circa 30 mila al giorno.

 

 

L'incidenza si è dunque alzate: gli inglesi contagiati sono 381 per 100.000 persone. L'aumento sembra essere alimentato dai casi tra i bambini e gli adolescenti in età scolare, che sono a un livello più alto dall'autunno 2020. Il Prof Whitty ha detto che «zero Covid in questo inverno è un sogno completamente impossibile», aggiungendo che la speranza era di mantenerlo a «livelli relativamente bassi».

 

Ultimo aggiornamento: 18 Ottobre, 11:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA