Manovra, Conte indica la via: "Testo non può essere stravolto"

Venerdì 15 Novembre 2019
(Teleborsa) - Mentre proseguono i lavori nel "cantiere" della manovra giallorossa (con il Governo che, nel frattempo, deve gestire due emergenze che non erano in agenda: l'acqua alta che ha messo in ginocchio Venezia e "la bomba" ArcelorMittal) il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte nel vertice di maggioranza di ieri ha voluto mandare un messaggio chiaro e forte: il testo della manovra non può essere stravolto.

"Prevalga spirito di squadra" – Non è mancato un ringraziamento-appello a ministri e forze politiche di maggioranza presenti al tavolo per indicare la via, accantonando la strada delle polemiche, anche interne che fin qui non sono mancate e richiamando ad un comune "spirito di squadra". "Vi ringrazio - ha detto - perché avete partecipato tutti e tutti egualmente avete dato un contributo".

SFORZO INCREDIBILE PER TROVARE 23 MILIARDI - lnfine, il Premier ha difeso il lavoro fin qui fatto dal Governo ricordando che per trovare i 23 miliardi di risorse per scongiurare l'aumento dell'Iva è stato fatto "uno sforzo incredibile". Non solo. "Abbiamo trovato anche altre risorse, abbiamo introdotto misure che i cittadini aspettavano da tempo, una su tutte l'abolizione del super ticket". Tra le altre misure citate da Conte anche il taglio del cuneo fiscale, la misura impresa 4.0, il fondo per le famiglie e quelli per i disabili.

A "vigilare" sui prossimi passi dell'esecutivo, Matteo Renzi che fin qui non ha risparmiato critiche all'operato del Governo: "La legge di bilancio tappa un buco, i 23 miliardi dell'Iva, mette le cose a pareggio. Però non basta, ha detto il leader di Italia Viva: "Senza uno shock per le infrastrutture non si va da nessuna parte". © RIPRODUZIONE RISERVATA