Giornalista No vax di Espn si licenzia dalla tv: «Sto cercando di avere un figlio»

L'annuncio in una diretta Instagram, lascia dopo 10 anni in televisione: «Un principio vale più di uno stipendio»

Martedì 19 Ottobre 2021
Giornalista No vax di Espn si licenzia dalla tv: «Sto cercando di avere un figlio»
2

La giornalista della tv americana ESPN Allison Williams di licenzia perché ancora senza vaccino contro il Covid-19. La reporter di football americano e basket a livello college, ha annunciato la sua decisione in una diretta su Instagram venerdì: «Mi è stata negata la richiesta di alloggio per non aver fatto la vaccinazione - ha detto la giornalista di 37 anni - Con effetto da questa settimana, mi allontanerà dall'azienda». La Walt Disney Co., co-proprietaria di ESPN, alla fine di luglio ha annunciato che avrebbe richiesto a tutti i dipendenti stipendiati di essere vaccinati entro 60 giorni. E a maggio invece ai 5.500 inviati aveva chiesto di completare il ciclo vaccinale entro il 1° agosto.

No vax, marito e moglie morti di Covid: lasciano 5 figli. Il fratello: «Colpa della disinformazione su internet, si erano pentiti»

«Sto cercando di avere un figlio»

Già il mese scorso Allison Williams aveva spiegato di non volersi vaccinare perché «io e mio marito stiamo cercando di avere un secondo figlio». Nonostante i medici abbiano spiegato che i vaccini contro il Covid sono sicuri anche per le donne in gravidanza oppure che vorrebbero avere dei bambini, la giornalista ha detto di no. «Sono anche moralmente ed eticamente non allineata a tutto questo, ho dovuto davvero scavare in profondità e analizzare i miei valori e la mia morale, e alla fine devo metterli al primo posto - la sua spiegazione su Instagram -. Non posso far prevalere uno stipendio a un principio. Non sacrificherò qualcosa in cui credo e tengo così fortemente per mantenere una carriera». Williams, che ha lavorato per Fox Sports Florida, è in ESPN dal 2011.

Poi si è rivolta a chi le diceva che il vaccino fosse un suo obbligo morale: «L'ho pensato e ho pensato alle implicazioni. Tutti vogliamo porre fine a questa pandemia. Ma alla fine, un'iniezione che non interrompe la trasmissione e la diffusione, per me, non ha pesato moralmente».

ESPN: «Vogliamo un ambiente sicuro per tutti»

Dal canto suo ESPN ha chiarito la sua posizione: «Non commentiamo le decisioni dei singoli ma stiamo esaminando attentamente le richieste di alloggio caso per caso e stiamo concedendo sistemazioni dove giustificato. Il nostro obiettivo è un ambiente di lavoro sicuro per tutti», ha detto lunedì la rete in una dichiarazione condivisa anche con NBC. 

Ultimo aggiornamento: 20 Ottobre, 11:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA