Bosso premiato a Perugia, mentre
Uj si prepara ad una notte "fusion"

Sabato 16 Luglio 2016 di Michele Bellucci
Il trombettista Fabrizio Bosso omaggerà oggi Duke Ellington ad Umbria Jazz

Umbria Jazz si appresta a vivere le 48 ore finali dell'edizione 2016, con gli occhi rivolti verso il cielo minaccioso (ma in netto miglioramento rispetto a ieri) e le orecchie pronte a godersi gli ultimi concerti in programma. Dopo la "funky night" di ieri sera, sul mainstage dell'Arena Santa Giuliana andrà in scena un doppio appuntamento in chiave fusion: si comincia alle 21.00 con la reunion degli Steps Ahead, un pezzo di storia del jazz, prima del ritorno a Perugia di Marcus Miller, tra i personaggi più influenti della scena musicale contemporanea. I primi sono Mike Mainieri (vibrafono), Eliane Elias (piano), Donny McCaslin (sassofono), Marc Johnson (basso) e Billy Kilson (batteria), una band che ha lasciato il segno negli anni '80 con uno stile che ha fatto scuola; Miller, il "Superman del soul", arriverà con il suo "Afrodeezia Tour" pronto ad emozionare il pubblico grazie ad eleganti virtuosismi al basso elettrico.

La giornata si aprirà con il concerto delle 12.00 che vedrà nuovamente protagonista alla Sala Podiani lo straordinario Joey Alexander, talentuoso pianista di appena 13 anni, mentre per pranzo jazz manouche con gli Accordi Disaccordi alla Bottega del Vino o con i raffinati Tuck & Patti al ristorante La Taverna (entrambi i concerti sono previsti per le 13.00). Al Teatro del Pavone alle 17.00 sarà la volta di Fabrizio Bosso, che renderà omaggio al "Duca" Ellington sui funambolici arrangiamenti di Paolo Silvestri. Il trombettista torinese riceverà prima del concerto il premio "Ambasciatori dell’Umbria nel mondo" assegnato dalla Fondazione Cassa di risparmio di Perugia. Stasera intorno a mezzanotte salirà sullo stesso palco Karima, accompagnata da un trio d'eccezione con Dado Moroni, Riccardo Fioravanti e Stefano Bagnoli. Un ritorno a Umbria Jazz dopo l'esordio al fianco di Burt Bacharach di qualche anno fa, che vedrà l'artista toscana alle prese con un live dalle atmosfere intime.

Da segnalare anche il particolare concerto che alle 19.30 si accenderà al Restaurant Stage dell'Arena Santa Giuliana, dove la star di masterchef Joe Bastianich non sarà dietro i fornelli bensì alle prese con un'esibizione in pieno stile "american country rock". Come ogni giorno sono tantissimi gli appuntamenti gratuiti in programma ad Uj, a partire da quelli che per tutta la giornata animeranno il "Conad Stage" dei Giardini Carducci: Allan Harris Band (13.00 e 21.30), Sticky bones (15.00), Sammy Miller & The Congregation (16.30 e 01.00), esibizione dei migliori studenti che hanno seguito le clinics della Berklee di Boston (18.00), Fred Wesley & the new JBs (20.00), Pedrito Martinez group (23.00). In Piazza IV Novembre invece si inizierà con l'esibizione del 2° classificato al "Conad Jazz contest " (19.00), poi gli scatenati Ray Gelato & the Giants (21.00) per chiudere alle 23.00 con l'esibizione dei Funk Off, protagonisti inoltre di due street-parade lungo Corso Vannucci alle 11.30 e alle 18.30. Da segnalare alle 19 il live dell'olandese Vincent van Hessen alla Bottega del Vino. Durante la mattinata la Scuola Fabretti (Piazza del Drago) prevede inoltre una serie di concerti gratuiti tenuti dagli studenti che hanno partecipato alle clinics della Berklee di Boston durante Uj16.

Ultimo aggiornamento: 12:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA