«Sparare alle volpi ovunque e a qualunque ora»: ordinanza choc a Nova Ponente

Sabato 7 Novembre 2020 di Remo Sabatini
L'ordinanza del sindaco: "Uccidere le volpi ovunque ed a qualsiasi ora". (immagine da Il Messaggero di Remo Sabatini)

L'ordinanza è chiara. "Sparare alle volpi. Di giorno o di notte a qualsiasi ora". Ed in effetti, più chiara di così non potrebbe essere. A firmarla il 2 novembre scorso, come riportato in queste ore dal quotidiano bolzanino BZ News 24 l'informazione in Alto Adige, il sindaco di Nova Ponente, cittadina di poco meno di quattromila anime in provincia di Bolzano, Bernhard Daum.

LEGGI ANCHE Covid mutato nei visoni, allarme anche in Italia? Le immagini choc diffuse dalla Lav

L'ordinanza, che ha valenza su tutto il territorio comunale, di fatto "autorizza il guardiacaccia della riserva territoriale ad uccidere volpi che si avvicinano alle case o alle persone rappresentando, così, un pericolo". Nel documento, tuttavia, non sarebbero specificati i criteri oggettivi necessari per la valutazione del pericolo ma si limiterebbe ad indicare una generica vicinanza alle abitazioni. Singolari, poi, le dichiarazioni in merito del sindaco, riportate dallo stesso quotidiano locale: le volpi "presentano disturbi di comportamento e sono probabilmente affette da malattie.

Per questo, costituiscono un problema per la salute e la sicurezza delle persone o degli animali domestici, rendendo necessario l'abbattimento". Da qui, l'ordine di sparare agli esemplari che si avvicinano alle persone di giorno e di notte. La notizia, manco a dirlo, sta suscitando polemiche nel mondo animalista che si chiede se non si sia trattato l'argomento quantomeno con leggerezza. La volpe, anche in Italia, dove consentito, è una specie cacciabile. C'è chi vorrebbe andarle a sparare addirittura nelle tane. Dovesse entrare in vigore l'ordinanza del sindaco, non ci sarà più bisogno di fare tanta strada. Basterà affacciarsi alla finestra.

Ultimo aggiornamento: 11:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA