PopVi si rialza: 45mila nuovi clienti, 165 milioni alle imprese, 800 raccolti

Iacopo De Francisco, vicedirettore vicario generale di BpVi (a destra) e Luca Reverberi

di Luca Pozza

VICENZA - La Popolare di Vicenza ha ripreso un percorso di crescita. Così ha detto Iacopo De Francisco, vicedirettore vicario generale della banca, snocciolando alcuni dati del 2016: «La banca ha acquisito 45 mila nuovi clienti, 40 mila privati e 5 mila aziende» ha sintetizzato il manager. E riferendosi al plafond messo a disposizione delle aziende del Nordest pochi mesi fa, ha aggiunto che già sono già stati erogati 165 milioni di euro a 750 aziende del territorio nordestino, delle quali il dieci per cento è composto da imprese nuove clienti della banca. Da inizio anno, inoltre, la raccolta è di 800 milioni, arrivati soprattutto nel secondo semestre dopo le iniziative di rilancio. «Le prospettive di crescita ci sono» ha spiegato De Francisco dichiarandosi soddisfatto dei numeri.
 

De Francisco, insieme a Luca Reverberi responsabile direzione community banking, ha presentato la seconda tappa dell'iniziativa "Ripartiamo da qui": dopo il plafond messo a disposizione delle imprese, di un miliardo, ora è la volta di altri incentivi e iniziative rivolti alle famiglie e ai privati, con diverse offerte per mutui, prestiti e gestione dei risparmi. La prossima assemblea della banca è stata fissata per il 13 dicembre: sarà uno snodo importante nella vita di BpVi perché in quella sede emergeranno non solo le novità riguardanti la possibile fusione con Veneto Banca, ma si potranno anche conoscere le linee di interventi per rifondere i risparmiatori e gli azionisti rimasti al verde.

Nell'incontro di oggi, riservato alla stampa, il vicedirettore generale vicario della BpVi, che ha tracciato un primo bilancio del plafond di 1 miliardo di euro stanziato a sostegno delle attività economiche del Nordest nell'ambito del progetto “Ripartiamo da qui Imprese”. «Dal 20 ottobre, quindi in circa 40 giorni - ha ribadito De Francisco - sono già stati erogati 750 finanziamenti, per un totale di circa 165 milioni di euro complessivi. Circa il 10% del volume d'affari riguarda nuovi clienti. Si tratta di risultati estremamente positivi, al punto che siamo convinti che il plafond di 1 miliardo verrà richiesto nella prima parte del 2017».

«Con la seconda tappa della nostra ripartenza centrata sulle persone, che coinvolgerà successivamente anche i soci/azionisti - ha concluso De Francisco - intendiamo dimostrare ai nostri clienti e al territorio che la Banca Popolare di Vicenza è pronta, con la propria efficienza e professionalità, a costruire un nuovo rapporto di collaborazione che duri nel tempo».


 


 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 2 Dicembre 2016, 12:34






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
PopVi si rialza: 45mila nuovi clienti, 165 milioni alle imprese, 800 raccolti
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2016-12-02 15:15:21
Non ci sarà mica qualcuno che ci crede, spero...
2016-12-02 15:28:19
Va tutto bene, dice il VICE direttore; mentre per il Financial Time e' una delle banche che stanno per fallire. Stamattina nell'articolo (spostato) si diceva che non basteranno 700 esuberi, ma molti di piu'. Avevo commentato cosi': Purtroppo per le migliaia di dipendenti che perderanno il posto di lavoro non sara' facile, nonostante l'eta' ancora giovane, trovare lavoro nemmeno adattandosi a fare altro: ogni giorno chiude qualche azienda, e quelle che ci sono stanno tutte riducendo piu' o meno il personale. I governi degli ultimi quindici anni stanno uccidendo il settore manifatturiero (con tasse ed incombenze fiscali e burocratiche di ogni tipo) per favorire la rendita, la finanza e le multinazionali (e aggiungo io: gli amici o le aziende proprie e degli amici).
2016-12-02 18:52:15
La ripartensa si si... ahahah , e non dimenticate di proporre anche le nuove azioni 'baciate' con prestiti e mutui, di cui siete esperti storicamente
2016-12-03 14:13:22
Io credo agli Ufo......