Parla l'investitore: «All'improvviso
me li sono trovati lì»: poi l'inferno

PER APPROFONDIRE: a4, conegliano, incidente, mareno, morti, ventenni
Parla l'investitore: «All'improvviso
me li sono trovati lì»: poi l'inferno

di Paolo Calia

CONEGLIANO - «Non li ho visti. Mi sono trovato lì, all'improvviso». Enrico Vicenzi, 40 anni di Pejo (Trento) ripete solo questo. È un uomo distrutto, sotto choc. C'era lui alla guida di quel maledetto furgone che, sull’A4, è piombato come un missile addosso all'auto
 

dove si trovavano Antonio e Daniela Ago e Alberto Casagrande, i ventenni di Conegliano e Mareno che non hanno avuto scampo. Ora Vicenzi è indagato per omicidio colposo plurimo. Intanto le famiglie hanno deciso: martedì alle 15 a Mareno funerale unico per i due fratelli e l’amico.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 31 Gennaio 2016, 09:43






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Parla l'investitore: «All'improvviso
me li sono trovati lì»: poi l'inferno
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 17 commenti presenti
2016-01-31 11:13:05
Non capire che davanti a te c'è una fila di macchine ferme in colonna e grave, molto grave, gravissimo. Prevedere gli eventi è quello che deve fare colui che guida un'automobile. Tutto il resto non conta...
2016-01-31 11:20:11
Prima di dare colpe aspetterei le indagini degli uomini in divisa...mi pare un tamponamento multiplo...in questi casi ci sono errori da parte di molti, compreso chi si sposta di corsia all'improvviso convinto che lo facciano passare.
2016-01-31 11:41:24
uomo distrutto ...lo credo bene,purtroppo alla guida c'era lui
2016-01-31 13:20:31
ma se i ragazzi avevano tamponato anche loro mi pare che la colpa sia da dividere. altrimenti sarebbe stato opportuno liberare la corsia ed in ogni caso segnalare la propria presenza. √® chiaro che a certe ore della notte non si √® pi√Ļ tanto vigili nei riflessi. specialmente dopo una giornata di lavoro o studio, un bel viaggio di andata, due ore sotto luci e suoni infernali ed un altro viaggio di ritorno.
2016-01-31 13:24:00
Forse è per quello che con la nebbia BISOGNEREBBE andare piano, ma molti lo ritengono superfluo. Stamattina ore 6 tornando dal lavoro con un nebbione che non si vedeva da qui a li sono stato superato in statale in prossimità di una curva. Non si vedeva davvero nulla e già andare a 50 pareva un azzardo..... Poi uno si schianta e si pente e passa tutto..... Eh ottimo, ma pensarci prima?