"Sputi educativi" allo scolaro di 6 anni: maestra condannata a risarcire la madre, la difesa: «Era un gioco»

"Sputi educativi" allo scolaro di 6 anni: maestra condannata a risarcire la madre, la difesa: «Era un gioco»
ISOLA VICENTINA – Per “gli sputi educativi” il giudice Barbara Maria Trenti ha condannato con il rito abbreviato a 1 mese e 10 giorni di reclusione (pena sospesa) e a 3 mesi di interdizione dall’attività scolastica per abuso di mezzi di correzione la maestra Cristina, 62 anni, perchè responsabile di abuso di mezzi di correzione. La vicenda risale al mese di novembre 2013, nella scuola elementare Palladio della frazione di Castelnovo.

Per punire un vivace alunno di 6 anni che aveva sputato per terra, l’insegnante come “metodo educativo” per l’accusa aveva messo in fila i compagni di classe e ordinato loro di sputare addosso al ragazzo. Un’azione denunciata dalla mamma dello scolaro. La procura aveva chiesto l’archiviazione del fatto con il pm Paolo Fietta, ma per il giudice il comportamento della maestra meritava il processo. È così è stato. L'insegnante si è sempre difesa asserendo che nessuno ha sputato sul ragazzino, che i compagni di classe hanno soltanto simulato il gesto, come in un gioco a valenza educativa per fare capire al ragazzino che sputare è da maleducati. La maestra dovrà risarcire con 10 mila euro la mamma del bambino che si era costituita parte civile.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 17 Ottobre 2018, 09:51






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
"Sputi educativi" allo scolaro di 6 anni: maestra condannata a risarcire la madre, la difesa: «Era un gioco»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2018-10-17 15:54:45
Commento sulla frase di difesa: "pezo el tacon del sbrego"
2018-10-17 15:28:47
Chiccar 2018-10-17 10:10:50 Non capisco il senso del tuo commento. Potresti esplicarlo meglio?
2018-10-17 11:42:22
"la difesa: «Era un gioco»", pazienza una maestra incapace, ma che sia permessa una difesa in tal senso, cioè con queste parole, è da guerra nucleare. L'etica umana in quel mondo non esiste, bisogna provvedere.
2018-10-17 10:10:50
Povera maestra...