Uccise un 51enne per uno sgarro
Nomade si costituisce dopo 4 mesi

PER APPROFONDIRE: carlo helt, kariomidi, omicidio, sinti, vicenza, zane'
Il luogo dell'omidicio

di Vittorino Bernardi

ZANE’  -  Dopo 4 mesi di latitanza si è costituito ai carabinieri di Gorizia Carlo Helt, sinto 39enne, che il 23 giugno armato una pistola Bernardelle calibro 9 in una spedizione punitiva compiuta presso un accampamento con due roulotte di nomadi in via Liguria, uccise per uno “sgarro in famiglia” il 51enne Davide Kari e ferì il fratello Vianello di 42 anni. Nei suoi confronti pendeva un ordine di carcerazione emesso dalla procura di Vicenza.
Al momento è in carcere a Gorizia con l’accusa di omicidio e tentato omicidio pluriaggravati. Helt che martedì è stato sottoposto all’interrogatorio di garanzia e assistito dall’avvocato Emanuele Luppi si è avvalso della facoltà di non rispondere. Nei prossimi giorni il 39enne sarà trasferito al carcere di Vicenza. Dalle indagini delle forze dell’ordine la spedizione punitiva costata la vita a Davide Kari sarebbe scattata nel corso di una faida tra famiglie nomadi scoppiata poco prima dell’omicidio. Un’offesa a un parente defunto avrebbe scatenato la rabbia di Carlo Helt tanto da uccidere Davide Kari e ferire il fratello Vianello davanti alla propria roulotte e ai familiari con un colpo di pistola al ventre.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 27 Ottobre 2016, 10:32






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Uccise un 51enne per uno sgarro
Nomade si costituisce dopo 4 mesi
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti