Bancarotta, ma l'imprenditore si compra villa e yacht con i soldi dei creditori

Bancarotta, ma con i soldi dei creditori l'imprenditore si compra una lussuosa villa e uno yacht
VICENZA - Condannato per bancarotta fraudolenta: con la sua attività di imprenditore nel corso degli anni il 72enne L.V. aveva affittato per “rappresentanza” un ufficio a Roma e acquistato beni di lusso: uno yacht da 23 metri ormeggiato a Muggia (Ts) e una villa da mille metri quadri con giardino a Camisano, dilapidando anche con altre spese il capitale sociale della “Sicav srl” di Strada Postumia. Come riporta il Giornale di Vicenza la procura gli ha contestato numerose distrazioni dalle casse dell’azienda operante del campo informatico, fallita nel marzo 2014 con un buco milionario ai danni dei creditori (aziende, privati e banche), dopo un’attività di circa 20 anni. In tribunale L.V. ha patteggiato due anni di reclusione, con sospensione della pena se pagherà 100 mila euro di risarcimento al curatore fallimentare della sua azienda. Curatore che per tutelare i creditori ha venduto lo yacht e sta valutando il destino della villa che necessita di lavori.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 15 Febbraio 2018, 10:52






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Bancarotta, ma l'imprenditore si compra villa e yacht con i soldi dei creditori
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2018-02-17 08:06:35
fatto bene chi da i propri soldi a banche o assicuratori è proprio uno stolto e sta bene fregato, complimenti al farabutto, fatto bene. e voi i vostri soldi godeteveli perché se li date agli altri vuol dire che non li meritate.
2018-02-16 19:13:28
Ai creditori.....picche!
2018-02-16 19:12:15
Mi vengono in mente gli strali degli italiani, destrosi in particolare e leghisti, contro il Presidente Monti, che ha cercato di arginare l'evasione e i furbetti, mettendo sotto controllo anche la miriade di barche e barchette. Natanti che molto spesso sono acquistate e utilizzate con fondi non trasparenti. Tanto per intenderci fare due giretti la domenica, con un gommone attrezzato ci vogliono 300 euro di sola benzina, considerate che la dichiarazione dei redditi del proprietario è di 3870 euro anno. Ma si sa come funzionano le cose in italia, gli italiani si sono arrabbiati invece che applaudire; evidentemente nessuno degli arrabbiati, in maggioranza del nord-est, paga le tasse. Mah, strano paese.
2018-02-16 08:30:16
In Arabia Saudita gli avrebbero dato dieci frustrate e tagliato una mano. Per sua fortuna non siamo in un paese arabo
2018-02-15 19:11:23
Pensavo a Zonin...