Emirates pensa a test sierologici anti-Covid sui passeggeri: «Risultati in 10 minuti»

Mercoledì 29 Aprile 2020 di Francesca Spanò
Emirates sperimenta i test seriologici anti-Covid sui passeggeri: «Risultati in 10 minuti»

Test COVID-19 con risposta rapida (meno di dieci minuti) per valutare lo stato di salute di ogni passeggero, sono stati condotti da Emirates, insieme alla Dubai Health Authority, sulla tratta Dubai-Tunisi dello scorso 15 aprile. Dopo aver accertato che a bordo non c’era alcun caso di contagio, la compagnia sta ora valutando l’efficacia di una tale alternativa, per introdurla eventualmente in tutte le sue rotte. Sono ancora ipotesi da confermare, che potrebbero piano piano coinvolgere altri vettori, come Etihad Airways. Sugli aspiranti viaggiatori non sono stati eseguiti gli ormai famosissimi (quanto introvabili) tamponi, ma un veloce esame del sangue condotto nell'area check-in di gruppo del Terminal 3 dell'aeroporto internazionale di Dubai.

LEGGI ANCHE Coronavirus, quando si potrà viaggiare? Dal mare agli aerei, ecco cosa succederà (non prima di luglio)
 
La sicurezza ai tempi del coronavirus
 
Se mantenere alti gli standard qualitativi è stato sempre un must del trasporto aereo, adesso la sicurezza assume un significato ancora più ampio che passa dalla lotta al rischio che il virus possa essere trasmesso in quota o essere portato in giro per il mondo, ancora una volta.
Mentre si studiano possibili soluzioni per distanziare efficacemente i sedili, ci si chiede, dunque, quanto gli esami sierologici possano essere affidabili. La questione è spinosa, perché pare che per la maggior parte di essi, sia possibile accertare al massimo chi ha avuto il virus, ma non chi lo ha appena preso. In una giungla di informazioni, escludere che chi viaggia non sia già positivo, non sarebbe affatto scontato.

In più, nel momento in cui molte Regioni si preparano alla “fase 2”, quella di convivenza con l'infezione da Sars-CoV-29, dall’Oms arriva un’ulteriore tegola legata proprio alle 'patenti di immunità' date dai test sierologici: “non ci sono ancora prove scientifiche che le persone che sono guarite dal Covid-19, abbiano anticorpi che proteggono da una seconda infezione. Molti degli studi hanno mostrato che le persone che sono guarite dall'infezione hanno gli anticorpi per il virus. Tuttavia alcuni di questi hanno livelli estremamente bassi di anticorpi neutralizzanti nel sangue.”, fanno infatti sapere dall’Organizzazione. Questo non significa che i test sierologici non abbiano la loro importanza, ma sono ancora oggetto di studio di fronte a un virus che si lascia conoscere settimana dopo settimana.

A chiarire la posizione di Emirates, ci ha pensato Adel Al Redha, Chief Operating Officer della compagnia, il quale ha affermato: «Il processo di test è andato liscio e vorremmo cogliere l'occasione per ringraziare l'autorità sanitaria di Dubai, per le loro iniziative e soluzioni innovative. Ciò non sarebbe stato possibile senza il supporto dell'aeroporto di Dubai e di altre autorità governative. Stiamo lavorando a piani per ampliare le capacità di test in futuro ed estenderlo ad altri voli, questo ci consentirà di condurre test in loco e di fornire una conferma immediata per i passeggeri Emirates che viaggiano in paesi che richiedono certificati di test COVID-19. La salute e la sicurezza del personale e dei passeggeri in aeroporto rimangono di fondamentale importanza».

A fargli eco, anche HE Humaid Al Qutami, direttore generale della Dubai Health Authority (DHA) che ha dichiarato: «Siamo lieti di lavorare con Emirates per la riuscita implementazione di test rapidi COVID-19 in aeroporto per i viaggiatori in partenza. Per affrontare COVID-19, abbiamo lavorato in modo proattivo con varie organizzazioni governative e il settore sanitario privato e abbiamo implementato tutte le misure necessarie dalla protezione della salute pubblica alla fornitura di servizi sanitari di alta qualità in linea con le più recenti linee guida internazionali. Crediamo fermamente che le soluzioni più efficaci richiedano strette collaborazioni con altre organizzazioni del settore pubblico e privato».

Ultimo aggiornamento: 18:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci