Vaticano, passo avanti verso il divorzio: i teologi aprono

Lunedì 16 Dicembre 2019

Città del Vaticano - Continua dentro la Chiesa lo sforzo teologico per dare una via d'uscita al divorzio, e comprendere meglio la rottura di un matrimonio. Un tema delicato sul quale - con l'Amoris Laetitia - si sono aperti  dibattiti, fratture, divisioni. Stavolta è uno studio della Pontificia Commissione Biblica, organismo della Congregazione per la dottrina della Fede del Vaticano, a offrire una riflessione antropologica e sistematica della Bibbia. Anche se si ribadisce l'indissolubilità del matrimonio, nello studio dei teologi c'è una ulteriore apertura: «Non fa allora un atto contrario al matrimonio il coniuge che - constatando che il rapporto sponsale non è più espressione di amore - decide di separarsi da chi minaccia la pace o la vita dei familiare».

Dello studio, 'mai tentato prima', ne dà notizia Vatican News, «Che cosa è l'uomo?» È il titolo che la Pontificia Commissione Biblica ha scelto. Vatican News ha anche pubblicato un'intervista al gesuita padre Piero Bovati, uno degli autori, che spiega come la richiesta dello studio è arrivata dal Papa in persona e il risultato sono quattro capitoli per oltre 330 pagine, pubblicati dalla Lev.

Il documento afferma che nella nostra società si « è messo in questione il valore antropologico della differenza sessuale, si avverte la fragilità delle relazioni coniugali e il diffondersi di violenze domestiche; più in generale, si deve constatare il manifestarsi di egoismi e prepotenze che ingenerano guerre crudeli, oltre a produrre un dissesto del pianeta, con forme disastrose di povertà e segregazione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci