Venduto il primo biglietto turistico per la Luna: l'acquirente è un giapponese. Elon Musk svela tutto martedì

PER APPROFONDIRE: luna, musk, turismo spaziale
Una bella foto della Luna (credits C. Fattinnanzi)

di Enzo Vitale

Nell'era del web le comunicazioni importanti si danno via Twitter. Elon Musk non sfugge a questa filosofia e qualche giorno fa il patron di Tesla, Space X, Pay Pal etc etc, ha annunciato al mondo con un tweet che sarà proprio la sua Agenzia a portare in orbita intorno alla Luna il 25esimo uomo.


(Il Tweet di Space X)

Fino ad ora, infatti, gli unici terrestri che si sono avvicinati al nostro satellite sono stati i 24 astronauti delle missioni Apollo della Nasa.
Ad ogni modo il mistero del venticinquesimo uomo sulla Luna verrà sciolto solo fra qualche giorno, martedì 18 settembre, con una diretta che vedrà protagonista lo stesso Musk (l'inizio della conferenza è fissato alle 3 di notte ora italiana). Qui la diretta su YouTube.
Questa la traduzione del tweet: SpaceX ha firmato il contratto del primo passeggero privato per il volo intorno alla Luna a bordo del nostro veicolo spaziale BFR. Un passo importante per garantire la stessa possibilità a tutte le persone comuni che sognano di viaggiare nello spazio.


IL VOLO SLITTATO DI DUE ANNI
A dire il vero, secondo i programmi originali, il volo in questione era previsto per il febbraio del 2017. A bordo avrebbero trovato posto due facoltosi imprenditori che avrebbero effettuato, a detto di Elon Musk, una cospicua donazione per il viaggio a bordo della capsula Dragon Crew che sarà lanciata dal già sperimentato Falcon Heavy.

(Un'immagine artistica del razzo di Musk introno alla Luna)

CHI SARA' OSPITATO A BORDO?
Naturalmente del fortunato turista-astronauta non si sa nulla, la sua carta di identità è avvolta in un fitto mistero, come è avvolto in un mistero simile l'equipaggio turistico della Virgin Galactic, dell'altro mecenate dello spazio: sir Richard Branson. In questo caso una curiosiotà che interessa il BelPaese è che un biglietto di andata e ritorno nella stratosfera è stato acquistato, sembra, da tre paperoni italiani. L'unica informazione che trapela sulla nazionalità del "selenita" l'ha fornita lo stesso Musk postando su Twitter, ad una precisa domanda, una bandiera del Giappone.

enzo.vitale@ilmessaggero.it



 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 14 Settembre 2018, 15:50






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Venduto il primo biglietto turistico per la Luna: l'acquirente è un giapponese. Elon Musk svela tutto martedì
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2018-09-17 11:52:22
Il secondo potrebbe essere Salvini .
2018-09-21 10:37:27
... che bel commento.. culturalmente elevato. Anche Renzi potrebbe arrivarci col nostro air forse one, da lui acquistato per le sue manie di potenza intergalattiche. Giusto per seminare un po' di rovine anche nello spazio.