Pordenone ancora ko, super Cittadella: tris a Trapani, alle 15 il derby Chievo-Venezia

Sabato 1 Febbraio 2020 di ​Vanni Zagnoli
Alessandro Nesta
In attesa del derby veneto Chievo-Venezia (ore 15 al Bentegodi) il Frosinone battendo l’Entella e si porta a un punto dal secondo posto del Pordenone che incappa nella 7.ma sconfitta stagionale, è alla 2. di seguito: ha perso il passo promozione. Mentre sale il Cittadella. Aspettando probabilmente Stellone, l’Ascoli sbanca Livorno che scivola verso la serie C.

Spezia-Pordenone 1-0: 24’ st M. Ricci.
In avvio Ragusa non trova la porta dei ramarri, l’ex Ciurria, invece, trova pronto Scuffet, ma l’arbitro romano Fourneau incredibilmente non vede la deviazione in angolo. Poi espelle uno dei collaboratori di Tesser, dalla panchina. Il ligure Ferrer abbatte Gavazzi al limite dell’area, l’intervento è talmente netto che ci starebbe il cartellino rosso: sulla punizione sempre Ferrer tocca con il gomito, rischiando il rigore. Il tecnico di casa Italiano, dal canto suo, lamenta l’eccesso di cross sbagliati. 
Nel secondo tempo aumenta il ritmo il Pordenone, ma l’occasione migliore è per Gyasi, fuori di poco, per lo Spezia. Risolve il sinistro di Matteo Ricci, su disimpegno sbagliato da Camporese. Il finale è dello Spezia, che non rischia e ha Gyasi molto attivo. Maggiore interviene in ritardo su Pobega, che rischia di farsi male, l’espulsione nel recupero è inevitabile ma ai neroverdi manca il tempo per pareggiare. 

Trapani-Cittadella 0-3: 25’ Proia, st 13’ Diaw, 42’ N. Pavan.
Paleari si oppone a Colpani, su azione di Biabiany. Venturato chiede di accompagnare la manovra offensiva e coperture preventive, per arginare l’offensiva siciliana. E’ allora Branca a crossare in maniera radente da sinistra, Proia trova così il 3° gol stagionale. Tra i siciliani manca Pettinari, già in doppia cifra, come cannoniere. E’ Diaw a chiudere il match, su errore di Coulibaly, mentre Scognamiglio è imperfetto nel salire e lascia in gioco l’attaccante del Cittadella, in doppia cifra, terzo in classifica cannonieri. Il punto esclamativo alla partita arriva su cross da sinistra di Rosafio per Nicola Pavan, subentrato e dimenticato da Strandberg: è al primo gol in serie B. Anche Castori fatica sulla panchina della matricola isolana. Per i padovani è solo il secondo successo nelle ultime 7 gare.

Empoli-Crotone 3-1: 17’ Tutino, 20’ Mancuso, 39’ Crociati (C), st 16’ Henderson.
Pasquale Marino debutta al posto di Muzzi battendo la squadra probabilmente dal maggior potenziale, alle spalle della capolista Benevento.
Il vantaggio è su cross di Fiamozzi, per Tutino, al secondo gol in sequenza, è arrivato di recente dal Verona. Raddoppio splendido, di Mancuso, controllo aereo e destro basso. Lo stesso attaccante sprecata il tris. I calabresi si fanno vivi con Benali, poi Crociata scheggia il palo. Realizza con la complicità di Brignoli, che si lascia sfuggire la palla. Chiude Henderson, su azione di Tutino che punta Golemic. Nel finale Brignoli evita il 3-2 di Gerbo.

  Ultimo aggiornamento: 23:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA