Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Roma, arriva Celik: Mourinho rispolvera la difesa a quattro. Milan su Veretout

Martedì 21 Giugno 2022 di Stefano Carina
Roma, arriva Celik: Mourinho rispolvera la difesa a quattro. Milan su Veretout

Il centrocampista con geometrie nei piedi (più gol nelle gambe) è la priorità. E ci mancherebbe altro visto che Mourinho lo rincorre ormai dal suo sbarco a Roma. Nel frattempo però il club giallorosso continua a scandagliare il mercato degli esterni. Bassi o alti fa poca differenza. Tutti con una caratteristica in comune: in carriera hanno sempre (o quasi) giocato con una difesa a quattro. Ecco quindi che gli indizi di mercato, sommati a qualche spiffero arrivato da Trigoria prima del rompete le righe e alle riflessioni pubbliche di José, reiterate durante la stagione «La difesa a tre non è la mia idea di calcio preferita ma mi sto adeguando alle caratteristiche della rosa», lasciano presumere che il ritorno allo schieramento a quattro sia un'ipotesi concreta. Poi José ha dimostrato di saper cambiare in corsa, ma da Celik a Solbakken, passando per Frattesi (15 milioni e il cartellino di Felix, la base sulla quale la Roma vorrebbe chiudere, sfruttando il 30% sulla rivendita in suo possesso), Guedes, Berardi e Douglas Luiz, tutti si esprimono meglio con il 4-2-3-1 o il 4-3-3. Per non parlare di Matic che in carriera soltanto con Conte al Chelsea ha giocato con il 3-5-2. Modulo che ha esaltato all'Udinese De Paul, sogno di un mercato che ancora deve prendere il via (in quest'ottica occhio a Witsel, pronto a dire di sì all'Atletico di Madrid: gioca nel ruolo dell'argentino) ma che poi ha dovuto abituarsi velocemente a giocare a 4, sistema di riferimento sia in Nazionale che con Simeone.

Il prototipo

Celik è proprio l'emblema di questa possibile virata. Come spiega bene uno degli esperti massimi di calcio francese, Oscar Damiani, è un terzino puro, non un esterno. Appare impossibile che a Trigoria non conoscano le caratteristiche del turco, ergo più di qualcosa bolle in pentola. Del resto proprio José si è mosso in prima persona quando il calciatore sembrava ormai orientato verso la Fiorentina. Lo ha chiamato, convinto ed ora lo aspetta a Trigoria già per l'inizio del ritiro fissato il 4 luglio. Per la Roma sarà un'operazione da 7 milioni, bonus compresi. Ma c'è anche un altro elemento che può far pendere la bilancia verso il modulo a 4. Perché viene ormai data per scontata la cessione di Zaniolo: Roma e calciatore aspettano soltanto l'offerta giusta per salutarsi senza rancore. Ma se questa non arrivasse? Si può continuare insieme facendo finta di non aver letto alcune riflessioni di Nicolò che boccia il 3-5-2 perché «non esalta le mie caratteristiche, io preferisco il 4-3-3 o il 4-2-3-1»?

Camaleontica

La sensazione è che la rosa nella mente di José per la prossima stagione debba avere nelle corde la possibilità di saper giocare in entrambi i modi. La difesa a tre ha premiato il gruppo in Europa, meno in campionato. Serve quindi qualcosa di diverso, che permetta al tecnico di adattarsi meglio alle diverse situazioni di gioco avversarie. Con il 4-2-3-1, la difesa può contare sulla copertura ulteriore di almeno uno dei mediani bassi, solitamente uno di rottura ed uno di costruzione. Mentre il terzetto avanzato è invece composto da due ali e un trequartista. La versatilità di questo modulo fa si che, in base all'andamento della partita, può facilmente tramutarsi in un 4-5-1, in un 4-3-3 o all'occorrenza in un 4-1-4-1. Sistemi che hanno accompagnato Mou in carriera.

Piano B

Moduli nei quali si è sempre esaltato Veretout. Il francese, però, è ormai sul mercato dopo che il feeling con José si è incrinato. Oltre al Marsiglia, nelle ultime ore è tornato a farsi vivo il Milan. Se davvero Sanches dovesse finire al Psg e ritrovare il d.s. Campos con cui ha già lavorato, Jordan rappresenta per Pioli l'alternativa al portoghese. IntantoFuzato ha firmato con l'Ibiza (a Trigoria 300mila euro in caso di promozione in Liga) mentre Milanese passa alla Cremonese. La Roma conserva il 30% sulla futura rivendita. Sognando un nuovo Frattesi.
 

Ultimo aggiornamento: 22 Giugno, 09:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA