Lazio, Signori compleanno con dediche: «Felice per i gol di Immobile. Curioso di vedere Gazza sull'Isola dei famosi»

Mercoledì 17 Febbraio 2021 di Daniele Magliocchetti
Beppe Signori

Re Beppe incorona Re Ciro. Un passaggio di testimone mai avvenuto ed emozionante per tanti tifosi della Lazio. Dopo un silenzio durato anni per via della questione legata al calcio scommesse, oggi, nel giorno del suo 53° compleanno, è tornato a parlare Giuseppe Signori e per la prima volta lo fa incensando il suo erede a tutti gli effetti. «Di quello che ho fatto con i gol e nella classifica di tutti i tempi – dice Beppegol a Radio Incontro Olympia - me ne sono resoconto subito, anzi colgo l’occasione per fare i complimenti a Ciro Immobile perché sta facendo un qualcosa di straordinario anche perché, e so quello che dico, non è mai facile né soprattutto semplice restare a determinati livelli per così tanti anni anzi spero che continui a segnare così tanto perché i record esistono per essere battuti giusto che riesca».

In questi anni si è detto che Signori non prendesse bene questa vena realizzativa di Immobile e del sorpasso in classifica dei bomber, ma era una falsità, e anche grande: «Ma quale gelosia o invidia, sono tifoso della Lazio e sono contento di quello che ho fatto e molto felice per Ciro e spero tanto che continui così e vada ancora più in alto. Si dice che con le regole di adesso avrei fatto caterve di gol? Ma lasciamo stare e non è vero, e poi il passato è passato. Io l’unico merito che mi do, questo si, è che ho vinto tre volte la classifica dei cannonieri contro giocatori del calibro di Batistuta, Ronaldo e  van Basten». Non sono stati anni facili per Giuseppe Signori, la questione legata al calcioscommesse gli ha devastato la vita. Una vicenda che si è chiusa a metà dicembre, con il processo di Cremona che ha chiuso i battenti e ora Beppe-Gol cerca di tornare a una vita normale e, possibilmente, tentare di risalire la china, anche se pure tutta la situazione dell’emergenza sanitaria l’ha toccato nel profondo, visto che diverse persone a lui legate non ce l’hanno fatta.

L’ex attaccante ha gradito ed è stato felicissimo dell’onda d’affetto ricevuta dai tifosi che, appena hanno sentito la sua voce in diretta, hanno sommerso di messaggi e di telefonate il centralino. Ha ricordato del gol segnato al derby sotto una nebbia creata dai fumogeni: «Ho tirato a occhi chiusi, di destro, poi mi sono reso conto d’aver segnato e non ho capito più nulla. Gazza? Quel giorno a Pescara fece un gol pazzesco, ma anche io ne realizzai uno niente male. Diciamo che mi ha oscurato quel giorno visto che non segnava mai. L’ho sentito qualche giorno fa, andrà all’Isola dei Famosi, posso solo immaginare cosa combinerà con tutta quell’acqua attorno».


© RIPRODUZIONE RISERVATA