Juve, l'avvocato Grassani: «La squadra rischia la retrocessione, la situazione è preoccupante»

L'esperto di diritto sportivo: "Indagine forse superiore a quella di Calciopoli"

Lunedì 5 Dicembre 2022
Juve, l'avvocato Grassani: «La squadra rischia la retrocessione, la situazione è preoccupante»

Inchiesta Juve, cosa sta succedendo? «Questa è l'indagine più pesante e grave che la Juventus ha subito nella propria storia, forse anche superiore a quella di Calciopoli, perché le fattispecie sia di reato, sia di violazione di norme borsistiche, norme societarie e sportive abbraccia un'arco di comportamenti illeciti (siamo ovviamente alle ipotesi) che non ha precedenti. Così l'avvocato Mattia Grassani, esperto di diritto sportivo, a Radio Anch'io lo sport, su RadioRai. «La Juventus rischia più dell'ammenda o della penalizzazione - aggiunge -. Quello che sta emergendo, secondo la norma, può portare all'esclusione del campionato e alla retrocessione»

«Quello che sta emergendo, se accertato, potrebbe portare a una forte penalizzazione e la norma - l'articolo 31 comma 2 del codice di giustizia sportiva, che parla di violazioni in materia economico-finanziaria e gestionale - stabilisce che, se ci sono alterazioni di documenti, quindi scritture private che posticipano il pagamenti degli stipendi, questa serie di ipotesi di violazioni disciplinari può comportare conseguenze superiori alla penalizzazione», aggiunge Grassani.

Juventus, la trappola per non pagare CR7. E spunta l'accordo segreto con Buffon e Chiellini

Juventus, i pm e le “manovre” Juve. «Covid come copertura, Elkann sapeva tutto»

«La norma - fa notare l'avvocato - prevede che, in caso di ottenimento dell'iscrizione al campionato attraverso alterazione di documenti, di scritture private che posticipano i pagamenti dovuti ai calciatori nella stagione 2021/22, o che addirittura rinunciano fittiziamente, può comportare addirittura l'esclusione dal campionato, la retrocessione all'ultimo posto e la perdita del titolo di campione d'Italia». «I tempi? Siccome la giustizia sportiva ha tempi brucianti e la necessità che le sanzioni siano afflittive, a differenza della giustizia penale, civile e di quella borsistica, se dovesse esserci deferimento, il procedimento si concluderà sicuramente entro la stagione 2022/23, pertanto le sanzioni saranno poi scontate immediatamente», conclude. 

 

Ultimo aggiornamento: 12:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA