Il Napoli travolge la Fiorentina: gli azzurri vincono 6-0 e agganciano la Roma

Domenica 17 Gennaio 2021 di Pasquale Tina
Il Napoli travolge la Fiorentina: gli azzurri vincono 6-0 e agganciano la Roma

NAPOLI - Il Napoli spazza via le polemiche sommergendo di gol la Fiorentina. Finisce 6-0 al Maradona e gli azzurri di Gattuso agguantano momentaneamente la Roma al terzo posto, a quota 34. Per i viola, invece, è notte fonda: sconfitta pesantissima sotto gli occhi di Commisso e dello staff dirigenziale al completo. Gattuso perde Fabian, positivo al Covid, ma recupera Manolas. Il greco si posiziona davanti a Ospina, preferito a Meret, al fianco di Koulibaly, con Hysaj e Rui terzini. In mediana la diga Bakayoko-Demme, con Lozano, Zielinski e Insigne alle spalle di Petagna. Difesa a tre per Prandelli, che lancia Castrovilli a centrocampo al fianco di Amrabat, con Venuti e Biraghi sulle corsie laterali.In attacco ci sono l'ex Callejon e il ritrovato Ribery dietro Vlahovic. La partita si mette subito su binari favorevoli alla formazione azzurra. Al 5', al primo affondo, ci pensa Insigne a battere Dragowski con un destro preciso dall'altezza del dischetto su tocco arretrato di Petagna, ben servito da Lozano. I viola accusano il colpo e si salvano dal raddoppio poco dopo, quando Dragowski e Pezzella riescono ad arginare Lozano lanciato a rete. Poi, pian piano, la squadra di Prandelli alza il baricentro, ma è con pressing e ripartenze che, tra il 23' e il 32', va vicinissima al pari in tre circostanze. La prima su affondo di Venuti dalla destra, che consente a Biraghi di calciare a rete dall'altro lato dell'area: la deviazione sbilenca di Demme manda la palla sulla traversa. Poco dopo è proprio un errore di Demme a consentire a Ribery di calciare a rete da posizione più che favorevole: miracolosa la risposta di Ospina. Il francese, poi, invita al tiro Biraghi sulla sinistra: fuori di un niente il diagonale dell'esterno. Scampati i pericoli, il Napoli mette al sicuro il risultato con azioni d'alta scuola. Al 36' Zielinski lancia Petagna, perfetto il traversone al centro per Demme che in scivolata firma il 2-0. Due minuti dopo, invece, fa tutto Insigne che si beve quattro uomini e poi taglia l'area alla perfezione per Lozano, che appoggia in rete da due passi. La Fiorentina è frastornata e incassa un altro gol al 45': triangolazione veloce Rui-Demme, palla a Zielinski che si beve Castrovilli e insacca con un diagonale precisissimo. La gara è segnata e Prandelli alla ripresa spedisce in campo Kouame per Ribery, non al meglio. Insigne rimedia un dubbio giallo per simulazione (contatto leggerissimo in area con Milenkovic) e la Fiorentina, se non altro, ha una reazione d'orgoglio: Koulibaly salva sulla linea su tentativo di Vlahovic. Il Napoli si limita a gestire e Gattuso pensa alla Supercoppa di mercoledì con la Juventus: al 15' Politano subentra a Lozano. Al 27' arriva anche la quinta rete: Castrovilli sgambetta Bakayoko in area e dal dischetto Insigne batte Dragoswki, che un minuto prima gli aveva respinto uno dei suoi destri a giro. Entrano anche Elmas e Mertens, che rivede il campo dopo l'infortunio, mentre Petagna esce dolorante per una botta. Prima della fine ci sarà spazio anche per Rrahmani e il baby Cioffi, al debutto in serie A. Dentro Bonaventura e Pulgar per Prandelli, che prova a scuotere i suoi inserendo nel finale pure Borja Valero e Martinez Quarta. Ma è il Napoli a segnare ancora: Politano approfitta degli spazi e batte ancora Dragowski con un sinistro dal limite di rara precisione.

Ultimo aggiornamento: 16:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA