L'amica geniale, il debutto vola al 30% su Raiuno: 7 milioni di telespettatori

Mercoledì 28 Novembre 2018
L'amica geniale, il debutto vola al 30% su Raiuno: 7 milioni di telespettatori

L'unica importante differenza con il libro è nella lingua dei dialoghi, che nella serie sono in napoletano. I romanzi sono scritti interamente in italiano. E il successo tv, anche se annunciato, non era scontato. Ottimo esordio per L'amica geniale, che ha convinto ben 7 milioni 92 mila telespettatori, pari al 29.38% di share. I primi due episodi della serie evento diretta da Saverio Costanzo e tratta dal bestseller di Elena Ferrante sono stati trasmessi su Rai1 dalle 21.31 alle 23.38. 
 


Una maxi produzione, realizzata da Lorenzo Mieli e da Marco Gianani per Wildside e da Domenico Procacci per Fandango, in collaborazione con Rai Fiction, HBO Entertainment e TimVision, che ha raccontato nella serata del debutto i primi anni dell'amicizia tra Lila e Lenù, interpretate da bambine dalle sorprendenti Ludovica Nasti ed Elisa del Genio, compagne e rivali nella Napoli degli anni '50, tra riti di iniziazione, speranze, voglia di crescita e fuga dalla ferocia del rione. L'approdo in tv è l'ultima dimostrazione dell'appeal sul pubblico di Elena Ferrante, la scrittrice, che protegge da sempre la sua identità dietro uno pseudonimo, capace di conquistare nel mondo oltre 10 milioni di lettori, ma anche la conferma di una regia, quella di Costanzo, che ha convinto non solo oltreoceano (negli Stati Uniti il plauso è arrivato dalla stampa e dai telespettatori). Le prime due puntate, scritte da Francesco Piccolo e Laura Paolucci, guidati dai suggerimenti dell'autrice, e dirette da Costanzo, hanno già riscosso l'approvazione della critica statunitense, in particolare per la fedeltà al libro. Un plauso speciale hanno ricevuto le due giovanissime attrici paragonabili, secondo Daniel Fienberg (The Hollywood Reporter) al «naturalismo spontaneo delle migliori star bambine neorealiste». «Una bella dimostrazione - per Eleonora Andreatta, direttrice di Rai Fiction - di come la creatività e la cultura italiana possano tenere insieme al più alto livello la letteratura e la televisione. Una serie partita dall'Italia che porta le nostre eccellenze nel mondo». «Lo straordinario successo di ascolti della prima puntata de L'amica geniale rappresenta per la Rai e per la sua missione di servizio pubblico motivo di profondo orgoglio», commenta soddisfatto l'amministratore delegato della Rai, Fabrizio Salini. Martedì prossimo due nuove puntate su Rai1: vedremo le due nuove protagoniste adolescenti, Margherita Mazzucco (Elena) e Gaia Girace (Lila), non a caso La Metamorfosi è il titolo di uno dei due episodi. Imponente il lavoro di ricostruzione del quartiere, voluto da Costanzo. La troupe tecnica della produzione, composta di 150 persone, ha creato 20 mila metri quadrati di set. L'amica geniale è già un successo anche social. La serie tv ha catturato l'attenzione di numerosi utenti che non hanno esitato a twittare con l'hashtag #Lamicageniale per condividere le loro opinioni e i momenti più apprezzati della serie. La comunità nell'ultimo mese ha utilizzato l'hashtag dedicato quasi 15.000 volte, con un picco nella serata di martedì 27 novembre di quasi 12.000 tweet. Tra quelli più postati «Le signore che spettegolano da balcone a balcone siamo noi di Twitter». Nonostante la grande attesa, potrebbe ancora esserci qualcuno che non ha letto il libro o avuto modo di vedere il primo episodio della serie e, proprio per situazioni simili, Twitter ha creato uno strumento «anti-spoiler»: è infatti possibile utilizzare la funzione «Muto».L'unica importante differenza con il libro è nella lingua dei dialoghi, che nella serie sono in napoletano. I romanzi sono scritti interamente in italiano. E il successo tv, anche se annunciato, non era scontato. Ottimo esordio per L'amica geniale, che ha convinto ben 7 milioni 92 mila telespettatori, pari al 29.38% di share. I primi due episodi della serie evento diretta da Saverio Costanzo e tratta dal bestseller di Elena Ferrante sono stati trasmessi su Rai1 dalle 21.31 alle 23.38. Una maxi produzione, realizzata da Lorenzo Mieli e da Marco Gianani per Wildside e da Domenico Procacci per Fandango, in collaborazione con Rai Fiction, HBO Entertainment e TimVision, che ha raccontato nella serata del debutto i primi anni dell'amicizia tra Lila e Lenù, interpretate da bambine dalle sorprendenti Ludovica Nasti ed Elisa del Genio, compagne e rivali nella Napoli degli anni '50, tra riti di iniziazione, speranze, voglia di crescita e fuga dalla ferocia del rione. L'approdo in tv è l'ultima dimostrazione dell'appeal sul pubblico di Elena Ferrante, la scrittrice, che protegge da sempre la sua identità dietro uno pseudonimo, capace di conquistare nel mondo oltre 10 milioni di lettori, ma anche la conferma di una regia, quella di Costanzo, che ha convinto non solo oltreoceano (negli Stati Uniti il plauso è arrivato dalla stampa e dai telespettatori). Le prime due puntate, scritte da Francesco Piccolo e Laura Paolucci, guidati dai suggerimenti dell'autrice, e dirette da Costanzo, hanno già riscosso l'approvazione della critica statunitense, in particolare per la fedeltà al libro. 
 
 

Un plauso speciale hanno ricevuto le due giovanissime attrici paragonabili, secondo Daniel Fienberg (The Hollywood Reporter) al «naturalismo spontaneo delle migliori star bambine neorealiste». «Una bella dimostrazione - per Eleonora Andreatta, direttrice di Rai Fiction - di come la creatività e la cultura italiana possano tenere insieme al più alto livello la letteratura e la televisione. Una serie partita dall'Italia che porta le nostre eccellenze nel mondo». «Lo straordinario successo di ascolti della prima puntata de L'amica geniale rappresenta per la Rai e per la sua missione di servizio pubblico motivo di profondo orgoglio», commenta soddisfatto l'amministratore delegato della Rai, Fabrizio Salini. Martedì prossimo due nuove puntate su Rai1: vedremo le due nuove protagoniste adolescenti, Margherita Mazzucco (Elena) e Gaia Girace (Lila), non a caso La Metamorfosi è il titolo di uno dei due episodi. Imponente il lavoro di ricostruzione del quartiere, voluto da Costanzo. La troupe tecnica della produzione, composta di 150 persone, ha creato 20 mila metri quadrati di set. L'amica geniale è già un successo anche social. La serie tv ha catturato l'attenzione di numerosi utenti che non hanno esitato a twittare con l'hashtag #Lamicageniale per condividere le loro opinioni e i momenti più apprezzati della serie. La comunità nell'ultimo mese ha utilizzato l'hashtag dedicato quasi 15.000 volte, con un picco nella serata di martedì 27 novembre di quasi 12.000 tweet. Tra quelli più postati «Le signore che spettegolano da balcone a balcone siamo noi di Twitter». Nonostante la grande attesa, potrebbe ancora esserci qualcuno che non ha letto il libro o avuto modo di vedere il primo episodio della serie e, proprio per situazioni simili, Twitter ha creato uno strumento «anti-spoiler»: è infatti possibile utilizzare la funzione «Muto».​

Ultimo aggiornamento: 17:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA