Alfredino Rampi, il dolore in tv di una ferita ancora aperta: da domani la miniserie su Sky

Domenica 20 Giugno 2021 di Gloria Satta
Alfredino Rampi, il dolore in tv di una ferita ancora aperta: da domani la miniserie su Sky

Una ferita ancora aperta. Il nostro 11 settembre. Un dramma collettivo. Una vicenda radicata nel dna degli italiani. La prima diretta di un evento di cronaca. La nascita della Protezione Civile. È tutte queste cose, e altre ancora, la morte del piccolo Alfredo Rampi caduto in un pozzo artesiano nel 1981 a Vermicino, vicino Roma, e mai liberato malgrado gli sforzi dei soccorritori. Oggi, 40 anni dopo, quella tragedia ricordata semplicemente come Vermicino, rivive in una miniserie Sky Original, 4 episodi in onda su Sky Cinema il 21 e 28 giugno: Alfredino - una storia italiana, regia di Marco Pontecorvo, protagonista una toccante Anna Foglietta. Nel motivatissimo cast anche Vinicio Marchioni, Francesco Acquaroli, Luca Angeletti, Valentina Romani, Giacomo Ferrara, Massimo Dapporto nel ruolo di Pertini.

 

Video


MADRE CORAGGIO
La serie, coinvolgente ma rigorosa, è stata realizzata con la collaborazione del Centro Alfredo Rampi creato dopo la morte del bambino e con l'approvazione spirituale dalla mamma Franca che tuttavia non ha mai voluto esternare il proprio dolore. «Sentivamo una grande responsabilità. Abbiamo cercato di non cadere nel melodramma tenendo lontani il pietismo e la tv del dolore», spiega Pontecorvo, 54 anni e una filmografia connotata da una grande sensibilità. «Era una scelta dovuta nei confronti dei protagonisti di quella vicenda che appartiene all'Italia intera». Foglietta, 42, è la madre coraggio e regala alla signora Franca («che non ho incontrato per rispettare il suo riserbo») umanità, strazio ma anche quella combattività che permise alla donna di battersi non solo perché il figlio venisse salvato ma anche perché, dopo la sua morte, nascesse un sistema istituzionale di soccorso. «Sono un'attrice navigata e di ruoli ne ho interpretati tanti», dice Anna, «ma la signora Franca rimarrà con me per sempre: è stata la mamma di tutti, una leonessa».


IL VOLONTARIO


Vinicio Marchioni, 45, fa Nando Broglio, il vigile del fuoco che, mentre i soccorsi si davano da fare, incoraggiava Alfredino dal bordo del pozzo. «Vermicino è il nostro 11 settembre: tutti ricordano dove fossero e cosa facessero in quelle ore», dice l'attore. «Nando era padre di 4 figli che mi hanno detto quanto quell'esperienza gli fosse rimasta dentro». Pontecorvo lancia un appello perché la solidarietà pubblica si attivi per aiutare Angelo Licheri, il volontario che si calò nel pozzo (lo interpreta Riccardo De Filippis) ma non riuscì ad afferrare il bambino: oggi l'uomo è malato e indigente. Conclude, il regista: «Dalla tragedia di Vermicino è nata una realtà positiva come la Protezione Civile. Spero che anche il Covid ci insegni qualcosa di buono».
 

Video

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA