Imprese: Zilli, incubatore Urban Center esempio di buon uso risorse Ue

Lunedì 15 Marzo 2021
Trieste, 15 mar - "L'inaugurazione di oggi dimostra come la Pubblica amministrazione riesca nelle proprie finalità, raggiungendo gli obiettivi, nonostante le difficoltà burocratiche. Questo è un momento importante non solo per la città di Trieste, ma per tutto il Friuli Venezia Giulia, che deve cogliere l'opportunità dettata dalle risorse del Recovery Plan e dell'Europa e trarre fiducia nel futuro anche da un tassello come questo". Lo ha dichiarato oggi l'assessore regionale alle Finanze Barbara Zilli, che ha portato i saluti della giunta Fedriga intervenendo in modalità virtuale al taglio del nastro dell'Urban Center delle imprese di Corso Cavour a Trieste. Si tratta di un progetto finanziato anche con 4,5 milioni di fondi europei nell'ambito dell'Asse IV del Programma operativo regionale del Fondo europeo di sviluppo regionale 2014-2020 della Regione Friuli Venezia Giulia. "L'attenzione per il futuro del Friuli Venezia Giulia sta tutta nelle richieste che avanziamo al Governo - ha spiegato Zilli - in vista del contributo che la Regione offrirà al Piano nazionale di ripartenza e resilienza (Pnrr) e rispetto alla nuova strategia della programmazione europea, che permetterà nuovi finanziamenti per il 21-27. Uno dei nostri obiettivi è fare in modo che le risorse arrivino sul territorio per dare vita a progetti cantierabili e realizzabili". "Quella di oggi è un'iniezione di fiducia, ma al tempo stesso un invito a impegnarsi di più per nuove strategie: stiamo raccogliendo - ha concluso l'assessore - contributi dal paternariato per il Programma Por Fesr 21-27 e lavoriamo affinché gli assi di intervento siano sempre più aderenti alle nuove esigenze della società, che è cambiata e ha la necessità di avere nuovi skill da raggiungere". Al taglio del nastro ha partecipato il sindaco di Trieste, Roberto Dipiazza, accompagnato in collegamento video dall'assessore comunale con delega ai Servizi generali e ai Progetti europei, Lorenzo Giorgi, e dagli assessori Serena Tonel ed Elisa Lodi, assieme ai componenti del Raggruppamento temporaneo di imprese individuato quale soggetto gestore: Bio4Dreams di Milano - capofila del raggruppamento, Biovalley Investments di Trieste, il Polo Tecnologico Alto Adriatico, RnBGate di Trieste. ARC/Com/EP
© RIPRODUZIONE RISERVATA