Martedì 14 Agosto 2018, 23:54

Ponte crollato a Genova, il nodo grandi opere/ L’emergenza infrastrutture e il danno dei No

PER APPROFONDIRE: genova, grandi opere, ponte, ponte morandi
Il nodo grandi opere/L’emergenza infrastrutture e il danno dei No

di Oscar Giannino

Il tragico crollo di circa 200 metri del viadotto Morandi a Genova ci consegna – oltre a un doloroso bilancio di vittime – due gravissime emergenze che non investono solo il capoluogo ligure, ma l’intera Italia. La prima riguarda l’interruzione di un asse viario essenziale non solo tra Genova Ovest ed Est, che ora rischiano di essere di fatto per anni quasi separate come Berlino ai tempi della Guerra fredda, ma tra il porto di Genova, il maggior scalo di container italiano, e l’intero asse occidentale della E80,...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Ponte crollato a Genova, il nodo grandi opere/ L’emergenza infrastrutture e il danno dei No
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2018-08-15 12:06:40
i no alla tav , al ponte sullo stretto sono sacrosanti e giustificati dai fatti come quello di ieri. non si deve piu' costruire nemmeno una cuccia per cani, finche' non si demolisce o si ristruttura l'esistente
2018-08-15 11:02:09
appunto i danni del NO ora vogliono nomi e cognomi per trovare un capo espiatorio ( il fulmine) non devono cercare molto lontano dovrebbero conoscerli a memoria ormai i NO. quando si poteva fare NO, ora che ci sono stati tanti morti purtroppo ci si accorge che bisognava fare manutenzione e percorsi alternativi. ( Sempre dopo tipica burocrazia dell Italia ) CONDOGLIANZE A TUTTE LE FAMIGLIE COLPITE. e non cambia molto avanti con i NO a tutto
2018-08-15 10:59:21
appunto i danni del NO ora vogliono nomi e cognomi per trovare un capo espiatorio ( il fulmine) non devono cercare molto lontano dovrebbero conoscerli a memoria ormai i NO. quando si poteva fare NO, ora che ci sono stati tanti morti purtroppo ci si accorge che bisognava fare manutenzione e percorsi alternativi. ( Sempre dopo tipica burocrazia dell Italia ) CONDOGLIANZE A TUTTE LE FAMIGLIE COLPITE. e non cambia molto avanti con i NO a tutto
2018-08-15 10:15:02
Già da anni c'era nel'aria il pericolo caduta del ponte Morandi, ed era già in studio un nuovo progetto che faceva parte delle "grandi opere" che puntualmente i penta stellati Paolo Putti, ed il santone incantatore Grillo, hanno rifiutato perché: soldi buttati al vento!
2018-08-15 11:14:02
e intanto grillo twitta... "«La mia città si trova ad affrontare una tragedia. Esprimo la mia vicinanza alle famiglie delle persone coinvolte. A tutti loro va il mio pensiero». È il messaggio postato su Twitter da Beppe Grillo, garante del Movimento 5 Stelle."