George Clooney ricoverato d'urgenza, perde 14 kg troppo velocemente per le riprese di un film

Giovedì 10 Dicembre 2020
George Clooney ricoverato d'urgenza, perde 14 chili troppo velocemente per le riprese di un film

George Clooney è stato ricoverato per una pancreatite d'urgenza in ospedale. A raccontare la vicenda è lo stesso attore statunitense, che al tabloid inglese Mirror ha spiegato le cause del ricovero. L'attore star di Hollywood ha infatti rivelato di aver perso «troppo velocemente» quasi 14 chili, e questo gli ha provocato una pancreatite che ha determinato un ricovero d'urgenza.

 

Il motivo del dimagrimento eccessivo è legato ad esigenze di copione, per il ruolo che l'attore dovrà interpretare nel suo nuovo film 'The Midnight Sky'. «Forse ho provato a perdere peso troppo velocemente -ha detto l'indimenticabile dottor Ross di 'ER-Medici in prima Lineà- e non mi sono preso abbastanza cura di me stesso. Ci sono volute alcune settimane per migliorare, e come regista non è stato facile perché ci vuole energia. Eravamo su questo ghiacciaio in Finlandia, il che ha reso il lavoro molto più difficile. Ma sicuramente ha aiutato con il personaggio».

 

Dopo quattro giorni dall'inizio delle riprese, George Clooney ha cominciato ad avvertire forti dolori allo stomaco, e per questo è stato portato d'urgenza in pronto soccorso. Il film di cui è protagonista, 'The Midnight Sky', racconta la storia del suo personaggio, Agostino, uno scienziato solitario nell'Artico che corre per impedire agli astronauti di tornare a casa verso una non meglio precisata 'catastrofe globalè.

George Clooney e Amal pronti al divorzio? L'indiscrezione: «Stanno vedendo altre persone»

Oltre al dimagrimento, per il ruolo Clooney ha ammesso di essere stato costretto a farsi crescere la barba, un dettaglio che sembrerebbe non essere stato molto apprezzato dalla moglie Amal e adorato, al contrario, dai suoi figli, i gemellini Alexander e Ella. «Mio figlio -ha raccontato Clooney- l'ha adorata perché ci nascondeva cose di cui io non avrei saputo fino a quando non fossi arrivato al lavoro e avrei detto 'oh, c'è un ghiacciolo incastrato nella mia barbà».

Ultimo aggiornamento: 15:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA