Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Cooper Noriega, tiktoker trovato morto in un parcheggio a 19 anni. Il giorno prima scriveva: «Penso di morire giovane»

Il giovane non presentava segni di violenza sul corpo: è stata disposta un'autopsia per far luce sulle cause del decesso

Venerdì 10 Giugno 2022
Cooper Noriega, star di TikTok trovata morta in un parcheggio a 19 anni

Cooper Noriega, modello e star di TikTok, è stato trovato morto nel parcheggio di un centro commerciale a Los Angeles nella serata di giovedì. Aveva 19 anni e sul social cinese era seguito da 1.7 milioni di persone. Proprio su TikTok, poche ore prima del decesso, Cooper aveva pubblicato uno video accompagnato da una strana didascalia: «Chi altro pensa che morirà giovane?». Non è chiaro, al momento, se ci sia un collegamento fra il filmato e la morte del 19enne.

Cooper Noriega trovato morto in un parcheggio

Secondo il sito americano Tmz, un passante ha trovato il ragazzo privo di sensi nel parcheggio di un centro commerciale poco fuori Los Angeles e ha immediatamente chiamato i soccorsi. I paramedici, tuttavia, non sono riusciti a evitarne il decesso. Cooper Noriega non presentava segni di violenza sul corpo e non era giunto lì con la propria auto. È stata disposta un'autopsia.

 

Le dipendenze e la malattia mentale


Il 5 giugno Cooper aveva creato un gruppo Discord per discutere di salute mentale. Nella sua biografia, Cooper scriveva: «Ho lottato con la dipendenza da quando avevo 9 anni, si potrebbe pensare che sia pazzesco, ma questa è la vita che mi è stata data. Vorrei usare la mia influenza per creare uno spazio basato sulla diffusione della consapevolezza e sulla normalizzazione del parlare di malattie mentali». Ha scritto inoltre che il suo sogno era quello di aprire la sua struttura di riabilitazione per coloro che hanno lottato come lui. «Una delle tante cose che ho imparato mentre lottavo con la dipendenza è che circondarti di persone negative ti farà solo cadere», affermava Cooper. «Per questo motivo, Discord ha lo scopo di riunirci tutti e creare uno spazio sicuro in cui le persone possono sfogarsi e aiutare gli altri nei loro momenti difficili».

Ultimo aggiornamento: 19:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA