Carlo Nordio
Le leggi generali della politica estera e interna sono state dettate,

Mercoledì 14 Agosto 2019
Carlo Nordio
Le leggi generali della politica estera e interna sono state dettate, secoli fa ,da Tucidide e da Machiavelli. Il primo, nell'ultimatum che gli Ateniesi rivolgono ai Meli, ci dimostra che le nazioni forti mirano sempre a dominare quelle deboli. Il secondo, additando ad esempio Cesare Borgia, ci insegna che l'avversario va comunque eliminato. Questi Moralia minimadel governare possono essere adattati ai tempi e ai luoghi - e nessuno oggi agirebbe con la spietatezza degli ateniesi o la spregiudicatezza del Valentino - ma non possono essere sovvertiti, sotto pena di fallimento. E poiché in politica nulla ha più successo del successo, e chi perde ha sempre torto, agire ignorandone i princìpi può condurre ad esiti infausti. Come quelli che rischia la nuova coalizione caldeggiata dal Pd che, sovvertendo gli insegnamenti dello scrittore fiorentino, sta soccorrendo un avversario moribondo.
Se infatti è vero che i grillini sono stati svuotati elettoralmente da Salvini, è anche vero che quei voti erano stati ottenuti, in buona parte, a spese dei democratici, che avevano pagato - a torto o a ragione - i risultati della precedente legislatura. Ora, nel momento in cui Di Maio e compagni rivelano i limiti di un'insufficiente cultura di governo, ecco arrivare in soccorso proprio la loro vittima più illustre. Contraddicendo il suo segretario, che aveva annunciato l'immediato ricorso alle urne, Renzi infatti propone un governo (...)
Segue a pagina 27
© RIPRODUZIONE RISERVATA