Sgominata la banda dei giovani rapinatori: in 7 in trasferta dal Mantovano

Martedì 16 Febbraio 2021
Sgominata la banda dei giovani rapinatori: in 7 in trasferta dal Mantovano

VERONA - Quattro giovani di età tra i 20 e i 23 anni sono stati arrestati e altri tre sono stati denunciati dagli agenti delle Volanti della Questura di Verona con l'accusa di avere picchiato e rapinato tre ragazzi nel centro della città scaligera. Gli accertamenti della Polizia hanno consentito di ricostruire i fatti, che risalgono alla sera di sabato scorso.

I quattro indagati, un italiano, un tunisino, un senegalese e un marocchino, nonostante la giovane età hanno già quasi tutti alle spalle una lunga lista di precedenti penali. Sono arrivati a Verona dalla provincia di Mantova, e poco prima delle 22 hanno accerchiato le tre vittime, tra cui un 15enne e un 16enne, aggredendoli per sottrarre un giubbotto firmato, un paio di auricolari «airpods» e un pacchetto di sigarette. Gli agenti delle Volanti sono intervenuti in un Bed & Breakfast cittadino dove era stata segnalata la presenza di un cittadino tunisino, irregolare sul territorio nazionale e destinatario di un ordine di carcerazione per una condanna a 4 anni di reclusione.

Il giovane era in presenza di altri sei amici, che hanno insultato i poliziotti, minacciandoli di ritorsioni fisiche e spintonandoli. In particolare, un giovane senegalese di 21 anni si è scagliato contro una poliziotta, scaraventandola sulle scale. Un altro agente è stato colpito con una testata. Soltanto l'arrivo di altro personale ha permesso di bloccarli tutti. Tre poliziotti sono stati costretti a ricorrere alle cure del pronto soccorso, mentre i giovani sono stati individuati per essere stati coinvolti nella rapina avvenuta poco prima. Nelle tasche di uno di loro sono stati ritrovati gli auricolari, mentre un altro indossava ancora il giubbotto rubato. tre di essi, oltre che della rapina, dovranno rispondere anche di lesioni aggravate finalizzate a commettere il reato di resistenza a Pubblico Ufficiale. Tutti e sette sono stati, inoltre, multati per violazione della normativa anti-covid, trovandosi senza giustificato motivo fuori dalla propria regione di residenza. Il giudice stamani ha convalidato l'arresto e ha disposto la custodia cautelare in carcere per i quattro ragazzi arrestati; gli altri tre sono stati denunciati. 

Ultimo aggiornamento: 16:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA