Le statue della Madonna e di Gesù bambino piangono, il parroco crede alla veggente: «L'ho visto io stesso»

Martedì 10 Agosto 2021 di Luca Marin
Le statue della Madonna e di Gesù bambino piangono
5

Da giorni piange la statua della Madonna dedicata a Maria Regina degli Angeli sulla cima Monfenera, poco prima del monte Grappa, nel comune di Alano di Piave, nel Trevigiano, ma diocesi di Padova. L'ultima lacrimazione sul volto della statua è avvenuto ieri. Lo sostiene la veggente Paola Albertini di Pederobba (diocesi di Treviso) che ha documentato in un video e delle foto il fenomeno che dura da quasi due mesi.


Dai primi giorni di giugno nella casa della veggente piangono bel cinque statuine. Ultimamente piangerebbe anche la statua raffigurante Gesù bambino in braccio alla Vergine. I fedeli si dividono tra quelli che hanno visto il liquido scendere dal volto di Maria e quelli che chiedono a gran voce delle prove scientifiche sulla veridicità del fenomeno. Due cose sono certe: fino a questo momento non è stato raccolto il liquido sceso dal volto delle statuine e pertanto non è stato possibile effettuare alcuna analisi da parte di un medico legale; l'altra è il silenzio delle due diocesi coinvolte dalle apparizioni e dalla lacrimazione delle statue. I Vescovi di Padova Claudio Cipolla e di Treviso Michele Tomasi preferiscono non intervenire.
A Monfenera, qualche settimana fa, è arrivato anche un delegato diocesano, don Alberto Albertin, ma in sua presenza le statuine non hanno lacrimato.


LA TESTIMONIANZA

A dare credito a Paola Albertini è il parroco di San Marco di Camposampiero don Bruno Bevilacqua, suo ex direttore spirituale, presente a Monfenera lo scorso 4 agosto, il giorno di un'apparizione della Vergine alla veggente. «Sono andato lì assieme ad altri due preti - racconta don Bruno - Personalmente ho visto che la statuina aveva gli occhi che cominciavano a luccicare. Dopo il rosario e l'apparizione, io sono sceso a Camposampiero e più tardi ho visto il video di una lacrimazione molto intensa. Da quasi due mesi le statue di Maria piangono in casa di Paola. Io ho interessato i Vescovi competenti. Per ora le chiese locali preferiscono aspettare e io rimango in obbedienza».


A spiegare invece il motivo della lacrimazione delle statue della Madonna è Paola Albertini, l'ex professoressa di educazione musicale nelle scuole medie della provincia trevigiana, da 13 anni in carrozzina a causa di una malattia. «Il cuore della Madre di Dio prova un grande dolore per le sorti del mondo, per la chiesa e per la divisione al suo interno. Maria ha pianto per il Papa, per le famiglie, per i tanti peccati della carne e per la mancanza di fede. Soffre anche per i Vescovi ed è molto dispiaciuta per me, per le amarezze che ho nel cuore in quanto sono incompresa e inascoltata dalla chiesa locale e in Vaticano». Paola Albertini, che il prossimo 31 agosto compirà 80 anni e che non è mai stata ufficialmente riconosciuta come veggente, da anni chiede invano un'udienza privata con il Santo Padre.

Ultimo aggiornamento: 14:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA