Mercoledì 23 Gennaio 2019, 11:03

«È un teppista»: la vicina lo accusa ma Google lo scagiona

PER APPROFONDIRE: assoluzione, google, teppista, treviso
«È un teppista»: la vicina lo accusa ma Google lo scagiona

di Roberto Ortolan

QUINTO - La vicina lo accusa e finisce a processo per danneggiamenti (in realtà c'erano altre contestazioni cadute nel corso dell'indagine) ma la geo-localizzazione di Google (History location), fa assolvere l'imputato. Il giudice, esaminando le località visitate dall'imputato attraverso la mappatura del cellulare (una sorta di alibi confezionato all'insaputa dell'imputato, ndr), ha concluso che non poteva essere contemporaneamente in discoteca a Castelfranco a ballare e nello stesso momento a Santa Cristina di Quinto a fracassare l'auto della vicina. È così, seppure con la formula dubitativa dell'ex insufficienza di prove, lo ha assolto perché il fatto non sussiste.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«È un teppista»: la vicina lo accusa ma Google lo scagiona
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-01-26 09:17:33
Quindi non conta dove uno sia ma bensi' dov'e' la sua scheda sim .