Giulia, 23 anni, strangolata dal marito: morta dopo 9 giorni di agonia

Giulia Lazzari col marito
ROVIGO - È morta nel primo pomeriggio la donna strangolata dal marito l'8 ottobre scorso durante una lite ad Adria ( Rovigo). Giulia Lazzari, 23 anni, era ricoverata nel reparto di Terapia intensiva all'ospedale Santa Maria della Misericordia di Rovigo, in coma farmacologico.

Il coniuge, Roberto Lo Coco, 28 anni, è in carcere da sabato scorso. I due hanno una figlia di 4 anni. Il movente dell'aggressione sarebbe legato al fatto che la coppia si stava separando. Lei faceva la cameriera, lui è disoccupato e tossicodipendente da eroina. 

 Le mani dell'uomo si erano strette attorno al collo della giovane mamma fino a provocarle un arresto cardiaco e un edema cerebrale da anossia. Per il 28enne di origini siciliane  il capo d'imputazione verrà modificato in omicidio volontario aggravato.

Tutti i  servizi sul Gazzettino  in edicola venerdì 18 ottobre 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 17 Ottobre 2019, 16:28






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Giulia, 23 anni, strangolata dal marito: morta dopo 9 giorni di agonia
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 33 commenti presenti
2019-10-19 15:57:21
Tutto evitabile se la separazione fosse avvenuta precedentemente invece di coltivare false speranze che quest’essere che non si può definire uomo arrivasse a scrivere l’ennesima pagina di un femminicidio che anche il nostro bigotto territorio è arrivato a conoscere
2019-10-19 14:34:44
Spesso mi chiedo come molte giovani donne non riescano ad intuire già dai primi giorni o settimane che si frequentano,che un uomo sia possessivo e violento di natura,per cui lasciarlo immediatamente prima iniziare una relazione.Perchè con questi tipi,quando una relazione è avanzata la donna è già in trappola e quasi impossibile di uscirne.Ma a volte mi viene il dubbio che a certe donne piacciono (almeno inizialmente) uomini aggressivi.Forse perchè da prima vedono un uomo forte e si sentono protette.Spiacente per questa giovane ragazza che non è riuscita a capirlo in tempo che stava sposando l'uomo sbagliato.
2019-10-19 09:36:19
Diamogli il reddito di cittadinanza e la tessera della LEGA
2019-10-18 10:18:21
poi saremmo noi veneti i trogloditi ignoranti....
2019-10-18 06:27:00
Quindi sarà giustificato perché si drogava...