Giovedì 14 Marzo 2019, 22:41

Rustico ristrutturato con i fondi del terremoto: sindaco condannato

Il sindaco di Castelguglielmo Giorgio Grassia
CASTELGUGLIELMO - Dal 2004 è stato ininterrottamente sindaco di Castelguglielmo. Ieri, per la vicenda del contributo da 157.284 euro richiesto per un annesso in rovina che si voleva convertire in abitazione, nell’ambito dei finanziamenti per la ricostruzione degli immobili colpiti dal terremoto del 2012, il socialista Giorgio Grassia è stato condannato per tentata indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato, a 1 anno e 4 mesi e interdizione dai pubblici uffici per la stessa durata, con la sospensione condizionale, così come la moglie Alda Tosini e il geometra Gianantonio Vettore, responsabile dell’area tecnica del Comune, mentre l’ex sindaco di San Bellino e attuale assessore esterno ai Lavori pubblici a Villanova del Ghebbo, Massimo Bordin, che nella sua veste di ingegnere ha eseguito la perizia sull’immobile, per il quale la pena decisa dal Collegio è stata invece di un anno, analogamente sospesa. 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Rustico ristrutturato con i fondi del terremoto: sindaco condannato
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti