Terrorismo, mozione in Regione: «No
velo e burqa, tutti a volto scoperto»

PER APPROFONDIRE: berlato, burqa, regione, terrorismo, velo, veneto
Terrorismo, mozion  in Regione: «No  ​velo e burqa, tutti  a volto scoperto»
VENEZIA - Il consigliere regionale di Fratelli d'Italia Sergio Berlato, ha depositato una mozione nella quale si impegna la Giunta regionale del Veneto «ad intervenire presso il Governo nazionale per adeguare la normativa vigente alle mutate esigenze di ordine pubblico ed alla crescente richiesta di sicurezza che provengono dai cittadini del Veneto e del resto d'Italia, anche modificandola per prevedere il divieto di indossare qualsiasi indumento e/o mezzo di travisamento del volto, compresi il velo ed il burqa».



«La mia iniziativa» ha dichiarato Berlato, «si inserisce nell'attuale quadro di profonda insicurezza che gli attentati terroristici che hanno recentemente colpito l'Europa, tra cui quelli di Parigi, che tutti gli europei stanno vivendo. L'aumento della criminalità e di situazioni di incertezza impongono misure di prevenzione che devono essere applicate soprattutto nei luoghi aperti al pubblico: la sicurezza è diventata una delle priorità dei cittadini del Veneto e del resto d'Italia i quali giustamente pretendono una maggiore protezione delle propria incolumità e di quella dei propri famigliari e un maggiore controllo del territorio da parte delle Forze dell'ordine».



La mozione di Berlato va quindi nella direzione di realizzare con immediatezza la prima forma di controllo da parte degli organi competenti alla pubblica sicurezza, vale a dire «la possibilità di identificare celermente ed agevolmente le persone presenti in qualsiasi luogo pubblico».

Sabato 21 Novembre 2015, 16:59






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Terrorismo, mozione in Regione: «No
velo e burqa, tutti a volto scoperto»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 33 commenti presenti
2015-11-24 12:26:50
Sai che esiste il "google translator", potevi usare quello per capire quello che ho scritto. Tu sei veneto ( magari di quelli che : "so tutto mi" ) Il Veneto è grande se non lo sai mike46 e non tutti hanno lo stesso dialetto "ostrogoto" come lo chiami tu ed questo il limite di tanti veneti " illuminati come te ," lontani dalle realtà territoriali . Pensa che dove abito io ,non provengo dai Monti Rovoloni, nel giro di tre Km si parlano tre dialetti veneti differenti o "ostrogoti" come li chiami intelligientemente e storicamente dal alto della tua sapienza tu . Abito in un isola della laguna veneta , dove gli orologi invece di fare tic-tac-tic-tac...fanno...ticateeetacateeeticateeetacateee. Contento ora ? Pensa che che nel 1378 abbiamo contribuito ( dandogli il tempo di organizzarsi) a salvare il didietro e anche il davanti alla repubblica di Venezia , guerra che portò alla totale distruzione di quella che era al tempo una bellissima e fiorente città .
2015-11-23 18:40:05
ciò Attilio 1951, mi son veneto ma ti te scrivi in ostrogoto. Da dove viento, ciò, dai Monti Rovoloni?
2015-11-22 20:59:17
mi faceva schifo scriverlo, anche altre cosucce BLEAH
2015-11-22 19:17:49
Parlando seriamente, nelle barbe non si annidano solo tanti batteri, ma anche tanti acari.
2015-11-22 18:12:40
ankuo o komprao una scufia co le drese ke la me koverse anke le rece e ke la me le tien ben calde...de bogio...ti sa i geloni i me fa pissa dopo se ciapo fredo .Ghe se un dilema, la me koverse un fià el muso...kosa fago la buto e vago sensa scufia o basta ke tagia le drese ?