L'orso M49 catturato in Trentino: fuga terminata dopo due mesi

Lunedì 7 Settembre 2020
10

Alla fine l'hanno preso. Catturato l'orso M49, protagonista di due fughe in un anno dal recinto del Casteller, l'ultima a fine luglio. Lo rende noto il Corpo forestale del Trentino precisando che l'operazione è stata portata a termine nella zona del Lagorai, dove l'animale si trovava nell'ultimo periodo, mediante una trappola a tubo già utilizzata in passato per lo stesso esemplare. 

Orso M49, il veterinario Alessandro De Guelmi: «Io, a mezzo metro dall’orso. L’ho catturato, ma l’ho amato»

«L'atto estremo di una ignobile persecuzione dell'animale simbolo della biodiversità, della libertà e della natura. Un orso che non si è mai reso colpevole di nessun atto di aggressione verso gli umani ma che è diventato suo malgrado elemento di gioco politico. Ci rivolgeremo anche all'Unione Europea ma chiediamo da subito un fortissimo ed immediato intervento del ministro dell'Ambiente Costa. Ci chiediamo anche ci sono prove dell'identificazione dell'animale?» Così l'Ente nazionale protezione animale commenta la notizia della cattura dell' orso M49, resa nota dal Corpo forestale del Trentino. Secondo l'Enpa, «è ormai irrinunciabile e non più rimandabile la mano dello Stato sul prezioso patrimonio di fauna del nostro Paese. Questa deriva non può restare impunita. La Provincia Autonoma di Trento non deve più esercitare nessuna competenza sui grandi carnivori. Continueremo a batterci sempre per restituire M49 alla sua vita. Non solo la natura ma l'opinione pubblica di questo Paese ha diritto a delle risposte». 

Ultimo aggiornamento: 8 Settembre, 11:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA