Mercoledì 20 Marzo 2019, 17:37

Riconsegna il portafogli perso con 1.250 euro: «I soldi facili non arricchiscono»

La consegna del portafogli

di Cesare Arcolini

PIOVE DI SACCO Perde il portafogli, lo ritrova in caserma. Era il suo primo stipendio dopo che era stato assunto in una ditta di Arzergrande che si occupa di manutenzione di frigoriferi per supermercati. Non avendo ancora un conto corrente, aveva tutto il contante in tasca. Ha perso il portafogli in via Borgo Botteghe a Piove di Sacco con dentro 1251 euro. Un “angelo” custode l’ha salvato. Si chiama Sandro Cavalletto, ha 61 anni ed è un informatico in pensione, sposato con tre figli. “Stavo andando da mia madre ad Arzergrande - ha raccontato - sono passato di via Borgo Botteghe nei pressi di un negozio di alimentari e ho visto un portafogli in terra. Era praticamente nuovo, era così pieno di banconote che non rimaneva neppure chiuso. In un primo momento pensavo fosse uno scherzo, poi ho visto che intorno non c’era nessuno che lo reclamava”.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Riconsegna il portafogli perso con 1.250 euro: «I soldi facili non arricchiscono»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 13 commenti presenti
2019-03-22 10:16:00
non sono concordo su quanti dicono grande persona grande gesto e solo uno che a 61 anni e gia in pensione percio uno statale magari con una buona pensione dove 1200 euro non li pesa piu di tanto se l'avesse trova un 60 enne disoccupato che vive con 270 euro di pensione di invalidita pensate che lo avrebbe consegnato ?
2019-03-22 07:53:55
Sono contento che a quest'uomo le cose siano andate "bene"... E non l'abbiano torchiato magari per accertare se nel portafogli di quattrini ce ne fossero stati di più... Io anni fa sotto una panchina vicino casa trovai un passaporto (era di una ragazza del nord Europa). Prontamente lo portai ai carabinieri della vicina stazione. Mi tennero lì a lungo, verificando con attenzione i miei documenti, interrogato prima da un piantone poi da un suo superiore. Volevano sapere perchè fossi lì, come mai l'avessi visto, e quant'altro. Ne rimasi turbato. Sembravano accusarmi di qualcosa. Eppure potevo provare di passare di lì ogni giorno (e pure ci abitavo, lì accanto, da una vita)... In quel caso mi pentii del mio gesto: un altra volta mi ripromisi di buttarlo in una cassetta delle lettere e buonanotte...
2019-03-21 19:16:36
GRANDE PERSONA , GRANDE GESTO
2019-03-21 18:08:25
Trovato tre milioni sotto forma di assegno circolare gia'firmato dall'intestatario, anni 90, riconsegnati alla banca , rilasciatii dati...neppure un salametto di casa, una gaina, 12 uova...un fiasco di clinto ..un grazie.
2019-03-21 14:23:32
Una buona azione. Ma per essere veramente buona, era meglio se non informasse i giornali.