Apre “Auto e moto d'epoca”: la carica dei 100mila visitatori

Giovedì 21 Ottobre 2021 di Mauro Giacon
L'arrivo delle "veterane" a Moto e Auto d'Epoca

PADOVA Ha ragione Baccaglini: «Si vedranno cose che non si vedono da nessuna parte». Perchè la 38. edizione di Auto e moto d’epoca da oggi in Fiera, con inaugurazione ufficiale domani alle 11 con Zaia, è qualcosa di unico. Nei numeri e nella qualità. Basti pensare che ci sono 200 fra carrozzieri e restauratori saloni che vendono i loro pezzi, qualche centinaio di ricambisti e sopratutto macchine che si vedono solo in fotografia. Un menu che ha da sempre attirato compratori dal tutto il mondo, mettendo questa nell’olimpo delle fiere europee. E creando come sempre ingorghi dal casello di Padova est alla fiera, malgrado i piani del traffico.
LA MOSTRA
In mostra dunque 5 mila auto, sia vintage che nuove e 1.600 espositori su 115 mila metri quadri. Undici padiglioni e tutti gli spazi esterni requisiti. Attesi 100 mila visitatori. Numerose le case ad aver scelto Padova per presentare le proprie novità: Fiat, Porsche, Morgan, Bentley, Bmw, Mc Laren, Mercedes, Caterham, Alfa Romeo e Lancia. 
Ancora una volta la mostra-mercato viene organizzata in collaborazione con il Museo Nazionale dell’Auto, con l’Aci, i club, registri e l’Asi. C’è il Club Dino Italia, che espone i motori dedicati dal fondatore Enzo Ferrari alla memoria del figlio Dino, morto di malattia a 24 anni. In scena anche le anteprime Sapore di Mare, salone dedicato alla mitica Lancia B24, la macchina del film di Dino Risi degli anni’60 con Vittorio Gasmann e Jean Louis Trintignant e le Ferrari Testa Rossa, utilizzate nella serie televisiva Miami Vice. In vetrina anche all’interno dell’Asi Village, 16 prototipi della Collezione Bertone, dal 1967 alla seconda decade degli anni Duemila. Ad eccezione dell’iconica Lamborghini Miura prodotta in serie, sono tutti modelli unici e concept-car. Nello spazio dell’Aci Storico, al padiglione 3, dedicato al Superturismo, l’Avventura in pista della Lancia Martini con l’Alfa Gta del 1992, guidata da Alessandro Nannini ex pilota di Formula 1. Ci sarà anche una Mercedes 190 del 1956 appartenuta a Gina Lollobrigida. In passerella anche la prima auto Superleggera (tutta in alluminio) che partecipò alle Mille Miglia del 1937. Poi spazio alle auto da corsa, più belle e titolate dai grandi rally degli anni 70.
Tra novità tre Ferrari strepitose: la 250 GT Drogo, la 308 GTB elaborata Facetti e la 250 GT Pininfarina. 
E poi la tendenza del momento la “restomode”, le auto storiche restaurate in chiave elettrica. Un esempio? Il principe Harry si è sposato una Jaguar E.Type riconvertita all’elettrico. Cna poi farà un “villaggio del restauro” gestito da Accademia del restauro, che ospiterà l’attrezzatura e i veicoli d’un tempo.
STOP ALLA CIRCOLAZIONE
Sarà in vigore lo stop alla circolazione, sabato e domenica dalle 8 alle 19.30 in via Niccolò Tommaseo, nel tratto compreso tra via Bassi e via Goldoni. E, sempre in via Tommaseo, in direzione stazione nel tratto compreso tra via Rismondo e via Bassi. Sabato e domenica, dalle 8 alle 20, sul lato destro di entrambe le carreggiate di viale Della Pace, sarà istituito un parcheggio a pagamento che avrà le stesse tariffe degli altri parcheggi straordinari a servizio della fiera.
I PARCHEGGI 
Saranno disponibili il parcheggio Nord della fiera con entrata da via Goldoni e da via Rismondo (900 posti auto), l’area di sosta Pace in via della Pace, il park Mantegna con accesso da via Murialdo, il parcheggio La Cittadella di via Zamboni, il Padova Parking Metropark di piazza della Stazione, il parcheggio di piazzale Boschetti in via Trieste, l’area di sosta Tommaseo in via Tommaseo, il park Padova Centro, sempre in via Trieste, il parcheggio Padova Stazione in via Mameli.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci