No pass, aggressioni social a giornalista de Il Gazzettino. Il Sindacato: «Clima insostenibile»

Martedì 23 Novembre 2021
No pass, aggressioni social a giornalista de Il Gazzettino. Il Sindacato: «Clima insostenibile»
1

BELLUNO - Il Sindacato giornalisti Veneto (Sgv) esprime in una nota «solidarietà al collega Davide Piol, della redazione di Belluno de Il Gazzettino, oggetto in questi ultimi giorni di aggressioni social inaccettabili, da parte di un non ben identificato gruppo di No Vax e No Green Pass». «Il clima di guerra e odio nei confronti della stampa e dei giornalisti - prosegue il sindacato - è diventato insostenibile. Il diritto di critica è un'altra cosa. Non si possono accettare metodi squadristi che incitano al pubblico linciaggio, e il giornalista non può e non deve diventare il capro espiatorio. L'informazione libera e indipendente è garantita dall'articolo 21 della Costituzione ed è base fondante del vivere democratico e civile. La delegittimazione violenta e costante nei confronti di chi lavora per informare è un pericolo. Le minacce e le intimidazioni sono penalmente perseguibili». Il Sindacato dei giornalisti del Veneto richiama «anche le forze dell'ordine a vigilare sulla sicurezza dei giornalisti e si riserva di agire in tutte le sedi per la tutela dei colleghi aggrediti e minacciati sia durante le manifestazioni che via social». Anche il Comitato di redazione (Cdr) dei giornalisti del Il Gazzettino ha espresso solidarietà al collega Piol.

Ultimo aggiornamento: 19:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA