Zelensky ritira le truppe da Severodonetsk? I sospetti dello scambio di territorio (chiesto dagli alleati) per un cessate il fuoco

L'Ucraina ha bisogno di guadagnare tempo per far sì che arrivino le armi dai Paesi Occidentali.

Sabato 28 Maggio 2022 di Alessandro Rosi
Zelensky ritira le truppe da Severodonetsk? I sospetti dello scambio di territorio (chiesto dagli alleati) per un cessate il fuoco

Sotto assedio. La città ucraina di Severodonetsk nel Donbass è quasi completamente circondata dalle forze russe. «Stanno bombardando senza sosta i quartieri residenziali», ha detto il governatore della regione, Serhiy Haidai. Motivo per cui le truppe ucraine potrebbero essere costrette a ritirarsi dall'area. Anche perché sono più di 1500 (secondo il sindaco) le persone rimaste uccise nella città dall'inizio della guerra. Zelensky, che intanto preme i leader europei per l'adesione all'Unione Europea, potrebbe esserre costretto a lasciare la zona a Putin, così da evitare più morti e ricompattare l'esercito per fronteggiare l'assalto russo.

Russia, cresce il dissenso contro Putin. Deputato chiede il ritiro dall'Ucraina, ora rischia il processo per tradimento

Ritiro dell'esercito ucraino da Severodonetsk? 

Un ritiro dell'esercito ucraino da Severodonetsk non è da escludere. Anche perché la spinta dell'esercito di Putin nel Donbass ora è più forte. Perché? L'arsenale si è rinforzato. Tutti i recenti progressi della Russia sono stati grazie allo schiacciante vantaggio dell'artiglieria. Per questo motivo il leader ucraino Zelensky sta premendo sugli Stati Uniti per avere i missili a lungo raggio MLRS/HIMARS, che potrebbero cambiare le sorti della guerra. Ma il timore degli statunitensi è che possano poi essere utilizzati per effettuare attacchi offensivi all'interno della Russia.

 

Perché l'Ucraina dovrebbe lasciare Severodonetsk 

L'Ucraina ha già perso la città di Lyman. E ora cerca di resistere a Severodonetsk. Ma potrebbe rappresentare un costo troppo alto, anche perché ci sono posizioni più difendibili dall'altra parte del fiume. Il Donec, quello in cui l'esercito russo, circa due settimane fa, era stato respinto con perdite. C'è poi da notare come la principale autostrada di rifornimento tra Bakhmut e Lysychansk (due città più a ovest di Severodonetsk) rimane aperta, ma è sotto i continui bombardamenti russi.

Lysychansk più facile da difendere

Se la Russia prendesse Severodonetsk (probabile) e Lysychansk (meno probabile), qualsiasi avanzata del genere si fermerà alle porte di due città pesantemente fortificate come Sloviansk e Kramatorsk, con linee di rifornimento e artiglieria pronte dall'Occidente. Più che Severodonetsk, l'Ucraina dovrebbe difendere Lysychansk, anche perché è dietro la barriera naturale del fiume. In caso contrario, Severodonetsk potrebbe allora essere la prossima Mariupol, una città che assorbe una quantità sproporzionata della potenza di combattimento della Russia per rallentare l'avanzata dell'invasore.

La resistenza della città per prendere tempo (e avere le armi occidentali)

L'Ucraina ha bisogno di due mesi per assemblare tutti i suoi riservisti e le armi occidentali, ogni giorno che Severodonetsk resiste è un giorno più vicino a quella data. Gli Stati Uniti inviano i loro veicoli pesanti via nave. Ce ne sono 200 in arrivo. Ma molti dei nuovi arrivi di munizioni e armi non potrà essere, per via del trasporto, nelle mani dell'esercito ucraino prima di 6-8 settimane. L'Ucraina ha bisogno di guadagnare tempo e sembra che mantenere Severodonetsk in mani ucraine per le prossime settimane faccia parte di quella strategia. C'è poi il sospetto in Ucraina che la Russia stia convincendo i suoi alleati occidentali a scambiare il territorio ucraino per un cessate il fuoco.

Ultimo aggiornamento: 29 Maggio, 09:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA